News

Under 13 Top: Aurora Desio - Urania Milano 51-61

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2019-02-10 23:45:00

 

Campionato Under 13 Top - 5° giornata di andata (2° fase Top)

Aurora Desio - Urania Milano 51-61 (16-24)

 

Desio: Meloni, Randazzo, Mauri, Ferin, Venuti 15, Maretta, Radice, Borghi 6, Colciago 4, Labriola 2, Toffanin 19, Galimberti. All. Gatti

Urania: Cappelletti 10, Ginocchio 4, Brambilla 22, Palazzo 7, Giuliana 2, Rieppi, Zancan, Crudele, Casaletti 9, Brizzola, Mantini 7, Terzaghi. All. Schiavi - Brizzola

 

Parziale dei quarti: 12-7; 4-16; 17-17; 18-21

 

Davvero una grande e convincente vittoria quella del gruppo 2006 nel Campionato Under 13 Top sul difficile campo dell'Aurora Desio. Solo l'Olimpia Milano era riuscita nell'impresa di battere a domicilio una delle formazioni più accreditate della categoria. Invece con attitudine, voglia, tecnica e cuore i giovani Wildcats hanno dato il meglio per strappare con le unghie e con i denti il secondo referto rosa di questa seconda fase Top in Lombardia.

All'inizio partono meglio i padroni di casa. Toffanin si fa riconoscere subito per un paio di giocate di categoria superiore. Urania fatica tanto ad arrivare al ferro però il vantaggio di Desio alla prima sirena non è di quelli che ti ammazzano (12-7).

Nei secondi dieci minuti Milano prende sempre più fiducia nei propri mezzi. Cappelletti da lezione di uso del giro e tiro nel pitturato. Casaletti e Mantini sono attenti e carichi nelle iniziative personali e il contro parziale alla pausa lunga lascia sensazioni positive in casa Wildcats (4-16).

Nella terza frazione ci aspetta una reazione da parte dei padroni di casa che fatica ad arrivare. Brambilla prende per mano la squadra con iniziative pregevoli di 1c1. Desio cerca di aumentare il volume delle proprie giocate offensive ma Urania tiene botta e alla terza sirena (un po' a sorpresa) è ancora avanti respirando a pieni polmoni (33-40).

Gli ultimi dieci minuti sono il miglior momento della partita. Desio va all'arrembaggio del canestro cercando di correre il più possibile. Dall'altra parte Palazzo da oltre l'arco, Cappelletti ancora con una bella iniziativa e il solito guizzo vincente di Brambilla fanno credere a tutti che l'impresa è possibile. Così il canestro (difficile) di Riccardo Ginocchio a tre dalla fine per il più 12 è una prima sentenza della partita. La grande difesa di squadra e i tiri liberi di Giuliana, Casaletti, Palazzo e Brambilla chiudono i conti per uno storico 51-61.

Applausi per tutti come è giusto che sia per una partita di attività giovanile, ma questa volta il gruppo 2006 Urania ha cercato di superare in tutti i modi i propri limiti, riuscendo a compiere una piccola ma significativa bella impresa sportiva.