News

Under 15 Eccellenza: Hikkaduwa-Cantù 48-38

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-04-14 22:34:00

 

Campionato Under 15 Eccellenza - 13° giornata di ritorno

Hikkaduwa Urania Milano - Team ABC Cantù 48-38 (16-21)

 

Hikkaduwa: Brizzola 2, Strozzi 11, Bevivino, Cafeo 2, Granato 11, Lazzarone, Petix, Ciccarelli 3, Cavallero 4, Romeo 8, Faccini 7. All. Schiavi

Cantù: Rosina, Banfi 6, Baparapè 2, Terraneo, Arnaboldi 1, Blasi 5, Marelli 8, Sacripanti 4, Sanfilippo 2, Siviglieri, Zampani 10. All. Costacurta - Mambretti

 

Parziale dei quarti: 8-9; 8-12; 19-2; 13-15

 

E' una vittoria di prestigio quella del gruppo Urania 2003 nell'ambito dell'ultima giornata di Campionato Under 15 Eccellenza contro la quotata ABC Cantù. La partita non è bella e pur essendoci tanto equilibrio sono più gli errori che le note positive. Alla fine con un terzo periodo da incorniciare Hikkaduwa centra la quattordicesima vittoria stagionale (ottava vittoria nelle ultime dieci gare disputate) e agguanta con merito il settimo posto finale in classifica che apre le porte di una qualificazione ottenuta sul campo per l'eccellenza della prossima stagione a livello Under 16.

 

L'avvio è pieno di errori. Urania prova a costruire azioni degne di nota ma c'è sempre un motivo (diverso) che manda in tilt il sistema. Cantù offre qualcosa di meglio nelle giocate di 1c1 ma anche dalla parte brianzola sono tanti gli errori in fase conclusiva. Il totale generale è poca roba alla prima sirena 8-9.

Anche nei secondi dieci minuti c'è tanta confusione in casa Hikkaduwa. Le iniziative sono spesso azioni individuali, isolate e poco convinte. Gli ospiti trovano un minimo di coralità in più e alla pausa lunga Cantù è avanti con merito 16-21.

Durante l'intervallo c'è tutto il tempo per Urania per analizzare la propria (rivedibile) performance. La presa di coscienza nei minuti di pausa si concretizza subito dopo la rimessa del terzo periodo. Strozzi trova un varco interessante e ne piazza due. Faccini dalla media con un bel jumper, ciuff. Granato nel pitturato con tecnica e abilità. Romeo di forza al ferro. Sono tanti gli spunti decisamente incoraggianti per i padroni di casa che non solo tornano in vantaggio ma guadagnano tanto nell'inerzia della partita. Cantù soffre non riuscendo a reagire alla maggiore carica Hikkaduwa e così il parziale del periodo è pesante per l'ABC (19-2).

Al rientro in campo (sul 35-23) gli ospiti provano a riordinare le idee, alzando le proprie percentuali dal campo. Urania fatica a proseguire nel gioco tracciato nel terzo periodo e così la partita torna ad essere equilibrata e vibrante (39-34 al 35').

E' ancora Strozzi che si prende la responsabilità di una delle azioni più importanti riuscendo da sotto a imbucare la retina. Granato guadagna viaggi in lunetta fondamentali (2/4) e la tripla di Ciccarelli dall'angolo nell'ultimo minuto mette la ciliegina sulla torta di una partita nata male ma recuperata nel momento decisivo. 

 

"Non una bella partita per Urania - commenta Andrea Schiavi a fine partita - ma comunque quello che ci voleva per finire alla grande un Campionato che ci ha visti protagonisti di un miglioramento importante. I ragazzi devono essere assolutamente orgogliosi di quanto fatto e la differenza tra l'undicesimo posto dello scorso anno e il settimo di quest'anno sta tutto nella determinazione e nella forza di volontà di un bel gruppo formato da ottime persone.

Ottenendo sul campo la qualificazione all'eccellenza per la prossima stagione, - prosegue Schiavi - da domani saremo di nuovo in campo per migliorare ulteriormente il percorso sportivo di questi ragazzi. Grazie al lavoro svolto in questi mesi in sinergia con Max Sangiovanni (preparatore fisico) e Roberto Tartaglia (assistente) possiamo guardare al futuro con un realistico ottimismo. Una Società ambiziosa come Urania non può che avere squadre di Settore Giovanile alla ricerca perenne di miglioramento e crescita, provando a volte a fare l'impossibile. La strada è ormai tracciata. Avanti così."  

 

Video della partita: Clicca QUI