News

Under 18 Elite: Rezzato-Hikkaduwa 62-53

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-05-03 00:27:00

 

Campionato Under 18 Silver  – 9° giornata (2° fase)

Basket Più Rezzato – Hikkaduwa Urania Milano  62–53  (31-24)

 

Rezzato:  Chen 8, Roman, Golonia 16, Ferrari 10, Falchi 3, Vassalli 1, Peschiera 12, Pellegrini, Iacovelli 12. All: Pasini - Ogliari

Urania: Frausin 4, Paveri 7, Villantieri 12, Andena, Marnetto 6, Moscheni 2, Sagramoso, Vurchio 4, Giorgetti, Filiputti, Sedazzari 16, Rashed 6. All: Maiocchi 

 

Parziali dei quarti: (16-13) (15-11) (11-12) (20-17)

 

Ultimo atto del SILVER per i ragazzi dell’Under 18 ed ultima chiamata per i play-off che il caso ha voluto doversi conquistare a Rezzato contro una compagine già sicura di accedere al turno successivo.

La sfida è avvincente ed equilibrata sin dalle prime battute, se da una parte i Wildcats sono decisi ad espugnare il Palazzetto di Rezzato, dall’altra i locali non sono assolutamente appagati dalla loro certa qualificazione e giustamente si impegnano al fine di mantenere inviolato il campo di casa,  tant’è che il tabellone al termine del primo periodo sentenzia LOCALI 16 OSPITI 13

La ripresa della contesa conferma l’andamento del primo quarto, ma i milanesi faticano a trovare la via del canestro e sprecano alcune facili transizioni per troppa precipitazione mentre i locali aumentano la loro velocità ed aggressività. La pausa lunga vede questo parziale  LOCALI 31 OSPITI 24

Dopo l’intervallo lungo si assiste al tentativo dei Wildcats di restare agganciati al match e con rinnovata fiducia, sebbene con ancora troppi errori ed un po’ di “litigi” con il “ferro”, l’obiettivo è parzialmente centrato LOCALI 42 OSPITI 35

L’ultimo periodo inizia con la speranza che quanto di buono (non molto invero) emerso fin qui permetta ad Urania di recuperare i 7 punti di svantaggio e vincendo ottenere la qualificazione alla fase successiva. Nonostante l’impegno lodevole dei ragazzi però, gli avversari mai domi non concedono che la speranza si realizzi anzi continuano nel loro gioco fatto di velocità e fisicità a trovare difese e canestri che poco a poco costringono i milanesi alla resa. LOCALI 62 OSPITI 53

Peccato……!!!! Resta il rammarico per un finale di stagione che avrebbe potuto riservare ai ragazzi di Urania una piccola soddisfazione al termine di una stagione vissuta con impegno e dedizione ma con troppa alternanza di prestazioni e risultati, probabilmente non era questa la partita né l’avversario più giusto per guadagnare l’accesso ai play-off, tornano infatti alla mente le sconfitte casalinghe con Lissone ed Orzinuovi che hanno pregiudicato la classifica finale e vanificato le ottime prestazioni dell’ultimo periodo che tuttavia restano nella memoria come un segnale di crescita del gruppo e di maturazione individuale dei ragazzi che lo compongono.

 

“Per me la pallacanestro si riassume meglio con parole che con frasi:

lavoro, ambizione, miglioramento, obiettivi.” (Sasha Djordjevic)