News

Under 14 Elite: Hikkaduwa-Robur Varese 58-59

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-03-04 23:04:00

 

Campionato Under 14 Elite - 6° giornata di ritorno

Hikkaduwa Urania Milano - Robur et Fides Varese 58-59 (32-35)

 

Hikkaduwa: Ruoti, Pezzola 4, Darabana 6, Zapelloni, Covolo 2, Peressoni 4, Biscari, Sciorelli, Sagher 6, Gorlier 24, Youssef 12. All. Schiavi - Carella

Varese: Santinon, Pietropola, Macchi 14, Vultaggio, Marchi 13, Librizzi 12, Parolin 2, Coulibaly 9, Tamborini 6, Carù 3. All. Pagani - Donati

 

Parziale dei quarti: 18-22; 14-13; 14-6; 12-18

Statistiche Urania: Tiri da due 20/64; Tiri da tre 3/10; Tiri Liberi 9/12; Rimbalzi 25 (Gorlier 10); Palle perse 14 (Sagher 5), recuperate 14 (Gorlier 4, Youssef 4); Assist 11 (Pezzola 3, Youssef 3).

Prossimo turno: venerdì 9 marzo alle ore 20.00 presso il Centro Sportivo di Assago, si gioca contro EA7 Armani Olimpia Milano

 

Dispiace per una sconfitta che poteva essere una grande vittoria per il gruppo 2004 Urania nella sfida delicata contro Robur et Fides Varese. I 26 punti in classifica di Varese contro gli 8 di Hikkaduwa fanno pensare di più al bicchiere mezzo pieno per i padroni di casa capaci per larghi tratti di metterci tante belle cose per rimanere al passo di avversari più forti.

Il bicchiere mezzo vuoto però c'è e pesa. Pesa soprattutto rispetto allo sciagurato ultimo minuto e mezzo della gara con un gestibile più 5 sul tabellone (58-53) che poteva dare una svolta definitiva alla stagione dei Wildcats. Invece le brutte azioni negli ultimi secondi e i due tiri aperti sbagliati sulla sirena della gara, di fatto hanno consegnato agli ospiti un bel regalo che nel corso della gara avevano pensato proprio di non poter ricevere.

All'inizio la partita è bella e intensa. Davanti agli occhi del Referente Tecnico Territoriale, Guido Saibene, la partita è vibrante e accesa, le giocate di qualità ci sono da una parte e dall'altra. Robur con precisione dal perimentro e Milano con guizzi vincenti nel pitturato. Varese alla prima sirena mette la testa avanti ed è più convinta (18-22).

Nei secondi dieci minuti la gara scende un po' di tono nella qualità (14-13) anche se la partita rimane bella equilibrata.

Dopo l'intervallo c'è il capolavoro Hikkaduwa. I padroni di casa difendono molto bene e pur non raccogliendo tanto in fase offensiva (14-6 il parziale) producono tante belle giocate che regalano inerzia alla truppa di Milano che alla terza sirena comanda 46-41.

La Robur soffre la maggiore carica dei padroni di casa e pur non mollando mai a due minuti dalla fine è sotto 56-50. Urania deve cercare di superare i propri limiti ancora una volta ma nelle giocate decisive si perde completamente in 1c1 senza la necessaria cattiveria. Varese ovvio che approfitta della cosa e con un paio di penetrazioni e il canestro partita a 10 secondi dalla fine dall'angolo (58-59) strappa l'ennesino referto rosa della stagione.

Peccato per Urania perchè poteva essere la conferma concreta (dopo la vittoria con Bergamo) che il miglior atteggiamento nell'attività in palestra e un indole ritrovata di fare le cose fatte bene, fanno salire le proprie qualità ad alto livello. Speriamo meglio nel prossimo futuro...