News

Solo carbone per i Wildcats, befana amara per l'Urania ad Olginate

Pubblicata in Serie B il 2019-01-06 20:37:00

Brutta sconfitta esterna per la Super Flavor che cade ad Olginate, 78-72. Superficialità, poca grinta nei momenti decisivi per i Wildcats che vengono travolti dall'orgoglio dei padroni di casa nel finale. Inutile la buona prova di capitan Paleari, letali Marinò e Tagliabue tra i lecchesi che chiudono sfruttando 4 sciagurati possessi degli ospiti nei minuti conclusivi.

TOFFALI PER IL PRIMO BREAK
Subito tonico l'attacco Wildcats che colpisce con Eliantonio e Toffali, di quest'ultimo il bel jumper dalla lunetta per il primo break milanese, 2-9. Arriva a 9 il vantaggio Super Flavor dopo il morbido appoggio di Piunti prima della fiammata dei padroni di casa con Marinò ed il 2+1 di Tagliabue, 8-13. Riprende la marcia l'Urania che è letale in transizione, Simoncelli ispira Toffali sentenzia con il nuovo più 9, 8-17.

PALEARI IN CATTEDRA
Doppia cifra per gli ospiti che arriva con i primi punti di capitan Paleari, 10-20, reagisce Olginate che pesca il jolly da 4 punti con Marinò, 16-20. Un clinic sulla linea di fondo ancora del capitano Wildcats tiene avanti di 7 la Super Flavor alla prima sirena, 17-24. Molto statico l'attacco milanese in avvio di secondo periodo, è sempre il solito Paleari a sbloccare gli ospiti dopo 3 minuti. Sedazzari si batte nella metà campo difensiva, Negri dilata di nuovo a 10 il margine di Milano, 19-29. E' Carella che prova a trascinare Olginate al recupero, un terzo fallo ingeneroso crea i presupposti per il meno 1 timbrato da Marinò, 30-31.

NEGRI E PIUNTI NON SBAGLIANO
Tiene a bada il nervosismo la truppa di coach Davide Villa che resta avanti all'intervallo. Sono un solidissimo Piunti e un ottimo Negri a rilanciare i Wildcats, 34-38. 

 

MARINO' SORPASSA
Dopo la pausa lunga Super Flavor che prova ad attaccare con pazienza cercando di coinvolgere i lunghi, superiorità in vernice che non produce però la spallata, penetrazione mancina di Marinò per il 38-42. Bartoli e Tagliabue infiammano il palazzetto di Olginate con la tripla del sorpasso, 44-42, nel momento di massima difficoltà ancora Paleari e Piunti evitano la fuga dei padroni di casa, 46-46. Grande confusione e poca lucidità difensiva dei Wildcats, ingenuità di Toffali che fa il quarto fallo regalando un 3+1 a Marinò, 54-52. Un paio di zampate di Paleari tengono avanti gli ospiti alla penultima sirena, 54-57. 

 

FINALE DA DIMENTICARE

Sfida che diventa ormai una vera battaglia, la NPO prende coraggio e sente profumo di impresa, anche Errera è on fire, 61-62. Si esalta Tagliabue con la tripla del più 4, 70-66. Urania è quasi solo Paleari, 6-0 completato dalla penetrazione di Negri, 70-72. Ha più voglia e determinazione Olginate che trova ancora un sussulto di puro orgoglio, 74-72. Marinò si divora il più 4 ma nemmeno l'antisportivo di Bartoli ribalta l'inerzia. Simoncelli non converte i liberi e perde il pallone del pareggio, ex Omegna imitato da Toffali per un finale che premia giustamente i padroni di casa che chiudono con l'MVP Marinò dalla linea della carità.