News

Under 16 Eccellenza: Urania-Pall. Varese 56-57

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-10-06 22:46:00

 

Campionato Under 16 Eccellenza - 3° giornata di andata

Urania Milano - Pallacanestro Varese 56-57 (31-26)

 

Urania: Valsecchi 2, Granato 6, Di Costanzo, Cavallero 7, Cantù, Faccini 17, Strozzi 3, Brizzola, Cafeo, Ciccarelli 21, Bettoschi, Youssef. All. Schiavi - Rognoni

Varese: Virginio 12, Magnani, Tozzo 2, Tapparo 6, Carcano 2, Noble 9 Battistini 6, Croci, Ranzanigo 16, Calcaterra 3, Borroni. All. Josic

 

Parziale dei quarti: 19-13; 12-13; 14-11; 11-20

Prossimo turno: sabato 13 ottobre ore 17.15 Via Petrarca, si gioca con Bernareggio

 

Spreca una grandissima occasione il gruppo Under 16 d'eccellenza nella gara casalinga contro la Pallacanestro Varese. Urania gioca bene e comanda con la giusta autorità per 37 minuti. Poi all'improvviso si spegne la luce e Milano compie il più classico degli harakiri, subendo troppo in difesa e dando gas alla rimonta degli ospiti che ringraziano sentitamente.

L'inizio è di marca Wildcats. Ciccarelli ha buoni spunti dalla media (4-0). Faccini mette il turbo e guadagna un paio di penetrazioni al ferro (7-0). Dopo il time-out Varese ritrova in Virginio il giocatore tutto fare. Rimbalzi, assist e punti per il talento del 2003 che praticamente da solo fa 7-7. Ancora Faccini, questa volta dal perimetro ridà slancio (con due bei jumper) al moto perpetuo di Milano. Varese fatica a mantenere l'intensità e alla prima sirena l'inerzia premia i padroni di casa (19-13).

Dopo la prima pausa la partita si imbruttisce un po' con tanti errori e poche giocate di qualità. Milano però macina gioco e con Cavallero (su rimessa da fondo) trova il massimo vantaggio a metà secondo periodo (25-15). Varese ha grandi qualità nei singoli e sia Virginio (da tre) che Noble (al ferro) ridanno la cairca ai biancorossi prima della pausa lunga (31-26).

Positivo l'ingresso di Milano dopo l'intervallo con tripla di Faccini e canestro dalla media di Granato. Ancora massimo vantaggio interno 36-26. La zona Urania mette qualche granello di sabbia nell'ingranaggio di Varese anche se la superiorità fisica degli ospiti si fa notare a rimbalzo. A fine terzo periodo Urania comunque è avanti bene 45-37.

Ad inizio quarto periodo si fatica a trovare azioni vincenti. L'equilibrio nel gioco c'è e la gara si mantiene combattuta e incerta. Ranzenigo in penetrazione trova spunti interessanti facendo molto male alla difesa Urania. Cavallero suona di nuovo la carica con una bella tripla del nuovo riallungo Wildcats 48-43, ma si capisce che sarà sofferta fino alla fine.

A poco più di 3 minuti dalla fine è Granato di mano sinistra che da un nuovo vantaggio importante 45-40. Parecchie sbavature nella costruzione del gioco offensivo Urania (3 palle perse con tre contropiedi degli ospiti) e Varese per la prima volta mette la testa avanti a 1 minuto e 23 secondi (52-53). Ancora Virginio dalla lunetta fa 1/2 (52-54). Faccini non ci sta a mollare e con un gioco da tre punti (2+1) riporta i suoi avanti a 50 secondi dalla fine (55-54). Nemmeno il tempo di esultare e Varese segna da tre per il nuovo +2 ospite. Ciccarelli a 27 secondi dalla fine dal tiro libero fa meno 1 (56-57). Milano nella pressione tutto campo recuperare la palla per poter provare a vincere ma le scelte non premiano i padroni di casa che devono abbassare la testa. Esulta solo Varese. La lezione è dura e così è il modo peggiore per perdere una partita, ma così è lo sport.