News

Under 13 Ottavi di Finale: Bluorobica-Hikkaduwa 37-59

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-05-15 23:36:00

 

Campionato Under 13 – Playoff – Ottavi di finale
Bluorobica Bergamo - Hikkaduwa Urania Milano 37– 59 (22-29)


Bluorobica: Festa 3, Chiappa 3, Rozzoni 7, Oberti, Alibani 5, Restori, Corini 5, Bossi 5, Moro 2, Luciano, Fumagalli 7. All. Pasqua/Fratus.

Urania Milano: Sperindio 14, Gorla, Roth 4, Portesi 3, Pirrone 13, Romano 2, Latorre 2, Pozzi 4, Borsatti, Solimeno 2, Ghioni 14, Carlozzo 1. All. Montefusco/Rognoni.

 

Parziale dei quarti: 11-15; 11-14; 10-13; 5-17.

 

Difficile trovare le parole giuste per descrivere quello che hanno fatto sabato i ragazzi in quel di Bergamo e infatti ne useremo una sola: MERAVIGLIOSI!!

Si perché nella partita più difficile e complicata dell’anno, in trasferta contro una squadra forte, ecco la prestazione perfetta che proietta il gruppo 2005 biancorosso tra le prime otto squadre della regione e che li farà, comunque vada d’ora in poi, arrivare davanti a squadre con mezzi fisici e tecnici, e non solo, oggettivamente superiori a quelli dei nostri giovani Wildcats.

Ma lo sport insegna proprio questo, che non sempre le cose vanno come ci si aspetta, che tutte le partite iniziano zero a zero e che prima di vincere o perdere bisogna giocare e provarci fino in fondo. Quando una tela è bianca tutti sanno che cosa vogliono disegnarci sopra ma nessuno sa con certezza che cosa uscirà al completamento dell’opera: un capolavoro o un pasticcio? In questo caso i ragazzi hanno preso in mano pennelli e colori e hanno creato un quadro di valore inestimabile, senza prezzo e soprattutto senza tempo, un’opera d’arte che porteranno per sempre nelle stanze della propria memoria e del proprio cuore, qualcosa che nessuno potrà mai cancellare.

 
La partita ha subito preso la giusta direzione per i biancorossi, Bergamo ha avuto il vantaggio per una sola volta in tutta la partita sul punteggio di 11 a 10 a due minuti dalla fine della prima frazione. Sia prima, che soprattutto dopo, Urania ha sempre condotto la gara con grande personalità, dando sempre l’impressione di avere la situazione sotto controllo e tenendo gli avversari ad una distanza di sicurezza. Ma il vero e proprio capolavoro dei ragazzi targati Hikkaduwa è in difesa dove sembrano davvero tutti assatanati, concedendo 11 punti nel primo e secondo quarto, 10 nel terzo e udite udite, solamente 5 nella frazione decisiva.

In quest'ultima, con 17 punti messi a referto, hanno creato il solco definitivo che ha costretto i ragazzi di casa ad alzare bandiera bianca. Non ci resta che sottolineare la prestazione del collettivo che ha superato ancora una volta le difficoltà di stazza, centimetri e talento, attraverso l'unità d'intenti e la coesione.

Nonostante alcuni ragazzi abbiano finito la gara con un bottino di punti cospicuo, questo risultato non si sarebbe potuto ottenere senza il contributo di tutti i 18 ragazzi che dal primo settembre si sono messi a disposizione di chi non gli ha fatto mai, e sottolineo mai, neanche un piccolo sconto!!! Ma siccome sognare non costa nulla, e domenica c'è ancora da giocare con la voglia di stupire prima sé stessi e poi eventualmente, gli altri....al lavoro! Perche lo sport insegna che tutte le partite iniziano zero a zero e che prima di vincere o perdere bisogna giocare e provarci fino in fondo.....


Prossimo turno: domenica 20/05 ore 11.15 al Palalido, contro Pallacanestro Varese, valevole per i quarti di finale del tabellone.