News

Under 13 Top: ABA Legnano - Urania Milano 56-43

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2020-01-20 23:56:00

 

Campionato Under 13 Top Girone Nero - 2a giornata andata 
A.B.A. Legnano -  Urania Basket Milano 56 – 43  (27 - 17)


A.B.A. Legnano: Rossinelli 13, Cucchi, Perotta, Colombo J. 8, Rossi, Marini 2, Genovese 13, Cozzi 1, Colombo S. 5, Plebani 4, Magni 6, Galanti 4. All. Arosio / Mezzera.
Urania Basket Milano: Bonacina 5, Costantini 5, De Giorgi 16, Gulisano , Melisurgo 5, Ovidi 2, Signorile, Pozzi, Sartori, Ranieri, Tazzari 1, Traversa 9. All. Montefusco.


Parziale dei quarti: 16-10; 11-7; 13-17; 16-9.


Seconda uscita con altrettante sconfitte per il gruppo under 13 Top impegnato in questa occasione nella trasferta a Legnano, contro Accademia Basket Altomilanese. La partita prende la piega sbagliata già dalle prime battute per i Wildcats, questa sera in magliia blu, che vanno sotto nei primi minuti senza riuscire mai a recuperare lo svantaggio  non mettendo la testa avanti  neanche per un secondo nella partita. Nonostante la buona difesa iniziale Urania non riesce a concretizzare cominciando una serie infinita di palle buttate al vento che alla fine saranno un numero mostruoso, ben di piu' dei punti messi a referto. ABA riesce a costruire subito il solco grazie alle possibilità che si guadagna su palle recuperate, rimbalzi offensivi e la precisione dalla lunetta. Solo sul finire del quarto Urania accorcia le distanze e va al primo mini intervallo sotto 16-10.

Il secondo quintetto milanese non è da meno, pur dando a tratti l'impressione di potere recuperare il divario. Ma ogni volta che i Wildcats fanno un paio di cose buone eccoli prontamente dare un calcio al secchio del latte appena munto dovendo ricominciare da capo. Impossibile pensare di giocare alla pari con chiunque se si fanno palle perse di continuo, se anche quando ti riesce una buona giocata sbagli facili tiri a tu per tu con il canestro senza segnare mai da fuori o ancora peggio fai ogni volta 0 su 2 in lunetta. Ma purtroppo questo è il trend e anche questo quarto se lo aggiudica ABA 11 a 7 andando all'intervallo lungo avanti di 10 lunghezze sul punteggio di 27 a 17.

Alla ripresa del gioco ecco finalmente gli ospiti scuotersi, mettendo in campo  piu' cattiveria agonistica e soprattutto trovando con un po' di continuità la via del canestro, riportandosi anche a sul - 4 pur non trovando mai l'ultimo guizzo per completare la rimonta. Infatti in questo Urania non migliora e quando riesce ad inanellare una serie di cose positive su ambo i lati del campo, finisce sempre per rovinare tutto con qualche errore che grida vendetta. I Wildcats in questo quarto ne segnano 17, punteggio piu' di entrambe le squadre nei quattro quarti, subendone 13 e andando all'ultimo mini intervallo sotto di 6 sul 40 a 34.

Nell'ultima frazione purtroppo però i milanesi non riescono a dare seguito al buon momento, continuando lo stillicidio di palle perse e di errori al tiro da ogni zona del campo. ABA dal canto suo riprende il suo cammino approfittando della nuova siccità in casa Urania e riallungando questa volta in maniera definitiva con un quarto da 16 a 9. Si chiude con la vittoria inequivocabile dei padroni di casa per 56 a 43 che hanno dimostrato un netto miglioramento rispetto al Torneo di Cuggiago a settembre  e all'amichevole del Palalido prima di Natale, che aveva visto Urania uscire sempre vincitrice. Ma come detto precedentemente non si può pensare di competere con nessuno facendo una cinquantina di palle perse all'interno di una singola partita.


Prossimo turno: sabato 25/01 ore 18.00 presso la palestra secondaria del Palalido, contro Tigers Milano.