News

Quarti di Finale Under 16: Malnate-Hikkaduwa 43-41

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2017-05-23 13:42:00

 

Campionato Under 16 Regionale - Quarti di Finale (Spareggio secco)

Or.Ma. Malnate - Hikkaduwa Urania Milano 43-41 (21-20)

 

Malnate: Stella, Bampanini 2, Barbesino 10, Moretti, Lunardi, Kra, Amoi 5, D'Adetta 2, Baj 2, Cassani 18, Campioni 4, Casletti. All. Milano

Hikkaduwa: Scafora 6, Frausin 11, Losi, Manzoni, Camagni 4, Baccalaro, Carandang, Donati 4, Filiputti 2, Giorgetti, Rashed 4, Rinoldi 10. All. Montefusco - Locati

 

Parziale dei quarti: 13-9; 8-11; 9-12; 13-9

 

Finisce con un po’ di amaro in bocca l’esperienza dei 2002 Eccellenza nel campionato u16 regionale.

Le fasi a eliminazione diretta sono sempre partite toste, inevitabilmente brutte, ma pur sempre combattute e questa non è stata da meno. 

I Wildcats affrontano nel quarto di finale l’ostica Malnate, squadra di 2001 ben allenata, con grandi doti atletiche e una buona organizzazione. 

Dai primi istanti di gioco si capisce che il match non regalerà un punteggio stellare. Gli errori al tiro sono tanti e se ci aggiungiamo che entrambe le difese (tra le migliori a livello statistico nel campionato) sono sigilliate, il risultato è un misero 13-9 di parziale. Urania prova a colpire dalla distanza ma Frausin è l’unico a fare centro. Il gioco perimetrale è privilegiato a quello nel pitturato, complice una difesa casalinga molto contenitiva che concede poco spazio in area.

Nel secondo quarto il risultato non cambia, anche se Urania potrebbe prendere il largo se non fosse per due scellerate rimesse nella metà campo difensiva consegnate inspiegabilmente agli avversari, bravi in entrambi i casi a convertire il “favore” con due triple. All’intervallo il risultato è 21-20 per i padroni di casa.

Nella seconda metà di gara Malnate riparte più aggressiva e grazie alla pressione a tutto campo e alle giocate in 1c1 riesce a costruirsi un piccolo tesoretto che le frutta, a cavallo del terzo e del quarto quarto un mini parziale di +7, ma Urania non demorde e grazie a Camagni e Rinoldi, presentissimi in difesa e pronti a convertire in attacco, i Wildcats piazzano un contro-parziale che li riporta in partita.

Nella girandola dei falli negli ultimi due minuti di gioco Malnate sembra inizialmente avere la peggio, con una serie di liberi sbagliati, ma anche Urania, replica con altrettanta imprecisione. 

Nell’ultimo minuto di gioco Malnate pesca prima un jolly con un canestro in secondo tempo di tabella allo scadere dei 24” e nell’azione seguente dopo una brutta persa di Filiputti, realizza con fallo; il tiro libero aggiuntivo le vale il sorpasso. +2 a 28 secondi dal termine. 

Dal time out esce l’ennesima palla persa di Urania che avrebbe anche un’altra chance dopo lo 0/2 ai liberi degli avversari, ma anche l’ultimo tentativo di Filiputti va lungo sul ferro e si chiude, fra le urla di gioia dei padroni di casa, la stagione dei Wildcats.

Certamente c’è rammarico per un partita che ha vistoaffrontarsi due squadre completamente alla pari, dove le difese l’hanno fatta da padrone e che con un piccolo sforzo in più avremmo potuto tranquillamente portare a casa; tuttavia c’è da fare i complimenti a questi ragazzi che, sotto età, sono arrivati a un possesso dalle final four. 

Gli errori aiutano sempre a migliorarsi e siamo sicuro che questa sconfitta servirà, come sempre, a tracciare il cammino per i successi di domani.