News

Allianz Cloud ancora tabù per i Wildcats, Ferrara beffa l’Urania 71-72

Pubblicata in Serie A2 il 2019-10-26 22:29:00

Altra dolorosa sconfitta in volata per l’Urania che cede di fronte a Ferrara nel finale. Spreca nove punti nell’ultimo periodo la truppa di coach Davide Villa che viene punita dall’esperienza di Campbell e dall’esplosività di Wiggs. Non bastano ai Wildcats i 20 di Raivio ed i 28 combinati della coppia Benevelli-Bianchi.

 

LA GARA

Subito ritmo alto con Sabatini protagonista, tripla del play Wildcats e zampata di Benevelli in tap-in per il 5-2. Si mette in moto Wiggs per gli ospiti, la pressione difensiva di Vencato e compagni consente buone transizioni, tripla di Ebeling per il sorpasso, 5-8. Fase caotica per l’attacco milanese che spreca alcuni possessi importanti, il secondo fallo di Lynch cambia già lo spartito per coach Villa che ferma la partita con un timeout. Reagisce Milano che si appoggia a Raivio, c’è ancora la firma di capitan Benevelli (stoppata e tripla) nel nuovo mini parziale dei padroni di casa, 14-11. Doppio possesso di vantaggio per l’Urania dopo la tripla dall’angolo di Bianchi, Ferrara ricuce con Beretta e Wiggs per il meno 1 alla prima sirena, 18-17. Una tripla di Piunti apre la seconda frazione, dei Wildcats, Beretta è un fattore per gli estensi, 6 punti del lungo ospite che mette la freccia, 21-23. Montano accende la miccia con la più classica delle bombe “ignoranti”, replicano Campbell ed Ebeling ribaltando l’inerzia alla pausa lunga, 36-40 timbrato dal siluro sulla sirena da figlio del grande John. Allunga sino a più 6 Ferrara dopo l’intervallo ma Milano non molla, Raivio ed una tripla di Bianchi per il 43-42. Salgono le penalità in casa Urania, tre per Bianchi e quattro per Lynch, Fantoni dalla lunetta sigilla la parità, 46-46. Sale di colpi la sfida: torna a far male Campbell mentre Beretta è il fattore X della sfida, Raivio, Benevelli e Bianchi di puro orgoglio infiammano l’Allianz Cloud, 58-52. Milano arriva sino al più 9 con un canestro di Raivio, reazione rabbiosa della Feli Pharma affidata al solito dinamico duo Campbell-Wiggs, 62-62 sfruttando un tecnico alla panchina dei padroni di casa. Si ferma la produzione offensiva dei Wildcats, il sorpasso è di Panni dalla linea della carità, 63-64. L’ultimo sussulto Urania è di Bianchi, il quinto fallo di Lynch somiglia sinistramente a quello che ha deciso la gara con Udine, Wiggs per il più 3, 65-68. La stoppata di Campbell spegne l’assalto finale di Sabatini, ancora Wiggs in contropiede per i titoli di coda, 66-70.

 

URANIA BASKET MILANO: Raivio 20, Benevelli 15, Bianchi 13

FELI PHARMA FERRARA: Wiggs 20, Ebeling 16, Campbell 13