News

Under 14 Regionale: Urania Milano - Soul Basket 36-72

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-10-31 11:49:00

 

Campionato Under 14 Regionale - 3° giornata andata  
Urania Basket Milano – Soul Basket 36-72 (16-41)
 
Urania Basket Milano:
Lucini 12, Napolitano 4, Festini, Colombo 4, El Fatairy 8, Nuzzi 4, Guerra, Riva 1, Mariani 1, Chiommino 2, Ciani, Peressoni. All. Rognoni

Soul Basket: Ramella 10, Feraboli 8, Calabrò 6, Buffone, Majerva 2, Savoldelli 12, Cordano, Matt 2, Pozzi 2, Gualtieri 20, D’Ambrosio 10, Brini. All. Valle
 
Parziale dei quarti: 6-15; 10-26; 17-12; 3-19
 
Terza partita di campionato contro Soul Basket, sulla carta testa di serie del girone insieme a Social Osa. Nonostante la squadra sappia di stare per affrontare una squadra di livello superiore, l’aggressività e l’intensità che vengono messe in campo non sono per niente sufficienti. Il risultato sono due quarti in cui Urania è paralizzata in attacco e non riesce ad imporre sul campo il proprio gioco. Dall’altra parte invece viene travolta dall’attacco di Soul Basket che più volte riesce anche a trovare soluzioni facili in contropiede.

L’unico quarto degno di nota è il terzo. Urania torna in campo con una faccia diversa e i risultati sono subito visibili. L’attacco di Soul Basket perde di fluidità e vengono forzate numerose palle perse. In attacco manca la testa per capitalizzare al massimo tutte le occasioni, ma sulle ali di un’intensità diversa si riesce a trovare più volte la via del canestro. Il risultato del terzo quarto è 17-12 a favore dei padroni di casa, decisamente meglio rispetto al 16-41 dei primi due quarti.

La fiammata di energia purtroppo si rivela un fuoco di paglia e nell’ultimo quarto si assiste al ritorno dell’Urania del primo tempo. Complice anche la stanchezza di fine parto, il parziale degli ultimi dieci minuti è il peggiore di tutti per Urania che conclude con solo 3 punti segnati, a fronte dei 19 subiti.

 

Da ogni partita è necessario riuscire a prendere qualcosa per avanzare nel proprio percorso. In questo caso bisogna portarsi a casa la consapevolezza che, se si mette in campo tutta l’intensità e l’aggressività possibile, molte lacune tecniche e tattiche vengono nascoste e si possono provare a giocare anche partite con avversari di livello superiore. Questa intensità tuttavia è necessario, obbligatorio, metterla per tutta quanta la partita, dal primo secondo all’ultimo e non si può pensare che prescinda dalla qualità e dall’intensità dei propri allenamenti.

 
Si spera che questa partita e soprattutto ciò che di buono è stato prodotto nel terzo quarto, siano da stimolo per alzare la qualità dei propri allenamenti e per non ripetere l’errore di arrivare mentalmente impreparati alle prossime partite.


 
Prossimo turno: sabato 10 novembre alle ore 15.30 presso il PalaLido, si gioca con Social Osa