News

Urania suicidio perfetto, Montegranaro passa dopo un OT, 88-91

Pubblicata in Serie A2 il 2019-11-03 20:15:00

Altra sconfitta interna per Urania che getta il successo con un clamoroso errore sul finire dei regolamentari. Avanti di 3, con 4 secondi sul cronometro, un fin li meraviglioso Raivio stecca due liberi e Mastellari punisce i milanesi con la tripla del supplementare. Nel prolungamento nuova illusione sull’asse Bianchi-Sabatini, è ancora Mastellari a dare l’inerzia decisiva alla Poderosa che chiude 88-91.

LA GARA

Subito ritmo alto con conclusioni rapide da entrambe le parti, Bonacini e Thomas rispondono a Raivio e Sabatini, 4-5. Ancora il play bolognese aumenta la velocità, prima zampata di capitan Benevelli e vantaggio Wildcats, 9-7. Milano si scatena in transizione trovando anche i punti di Lynch e Bianchi per il mini strappo dei padroni di casa, 16-9. Montegranaro si affida alla coppia Thomas-Thompson, i gialloblu impattano a quota 18 alla fine del primo quarto. Lungo digiuno milanese interrotto dal solito Raivio in avvio di secondo periodo, 4 punti dell’ex Bayreuth per il 22-20. C’è anche un ottimo Piunti nel controbreak Urania, la Poderosa si riporta a meno 1 grazie alle ottime iniziative di Cucci, 27-26. Thomas è il vero rebus difensivo per i padroni di casa che faticano a trovare contromisure al talento dell’ex Scafati, suo il morbido jumper del più 5 32-37. Lo swingman degli ospiti costringe anche al terzo fallo Bianchi, i canestri di Lynch tengono in corsa i Wildcats all’intervallo, 40-45. Dopo la pausa lunga altro strappo gialloblu griffato da Thomas che spara anche dal perimetro, 44-52. Milano fatica a ritrovare armonie offensive, la XL Extralight spreca più possessi per allungare Montano riporta tutto ad un solo possesso, 50-52. Non riesce l’ulteriore spallata ai milanesi, due ingenui falli in attacco ridanno ossigeno ed inerzia ai marchigiani, buzzer beater di Bonacini che colpisce al cuore i padroni di casa, 52-60 alla penultima sirena. Arriva anche il margine in doppia cifra per la Poderosa che sembra avere in mano il match, 52-64. L’Urania si aggrappa all’orgoglio di Piunti e Sabatini e torna a meno 4, penetrazione di Raivio per il 62-66. Montegranaro si affida a Thompson ma è ancora l’ex Legnano a mettere la tripla che fa esplodere il PalaBorsani, 71-72. Sabatini sbaglia il possesso del sorpasso non l’immenso Raivio che mette la freccia, 75-74. Difende duro la truppa di coach Davide Villa che sente profumo di vittoria dopo gli errori di Thomas, 77-74. Raivio si guadagna i liberi della staffa ma sbaglia, Mastellari fa tutto il campo per la tripla che manda tutti all’overtime, 77-77. Nel prolungamento dopo una fiammata iniziale Urania si scioglie, Thompson e Cucci mettono i canestri del break che sembra decisivo, 82-86. I Wildcats hanno ancora un sussulto con Bianchi, più lucidi i marchigiani nel finale che operano il canestro decisivo con il solito Mastellari, 88-89. Non sbaglia Cucci dalla linea della carità, Piunti e Negri non trovano l’acuto per forzare il secondo overtime.

URANIA MILANO: Raivio 25, Sabatini 21, Lynch 16

XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO: Thomas 23, Bonacini e Thompson 21