News

Under 18 Elite: Rezzato-Hikkaduwa 68-67

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-02-08 20:26:00

 

Campionato Under 18 Elite – 7° giornata ritorno

Basket Più Rezzato – Hikkaduwa Urania Milano 68-67 (31-35)

 

Rezzato: Pernetta 2, Bortolin, Chen 6, Roman 6, Golonia, Ferrari, Falchi, Vassalli, Peschiera 26, Zorat 16, Iacovelli 11. All: Pasini - Ogliari

Urania: Frausin 9, Paveri 8, Villantieri, Andena, Marnetto 4, Orenze 9, Sagramoso, Vurchio 12, Isufaj 4, Giorgetti 2, Sedazzari 19.  All: Maiocchi  

Parziali dei quarti: (18-14) (13-21) (16-17) (21-15)

 

Ritorno in terra bresciana per i ragazzi dell’Under 18 Elite nel penultimo impegno del girone di qualificazione, avversario di turno la squadra del Basket Rezzato definita dagli addetti ai lavori  come la “corazzata Rezzato”.

I Wildcats reduci da due consecutive vittorie si presentano desiderosi di poter continuare questa mini striscia positiva.

L’inizio della contesa è di sostanziale equilibrio altresì scandito da una cronica difficoltà di trovare la via del canestro per entrambe le compagini, situazione che si protrae per parecchi minuti almeno fino a quando Rezzato non riesce ad infilare 9 punti di fila che creano uno strappo solo parzialmente ricucito dai rossi milanesi. Fine primo quarto (18-14)

Il secondo periodo inizia con Urania che aumenta l’intensità offensiva velocizzando le azioni e le transizioni costringendo i bresciani a difendersi con affanno ed approssimazione.

I milanesi poi trovano la precisione nei tiro oltre l’arco tant’è che il punteggio li vede in rimonta fino superare gli avversari con una parziale di 13 a 21.

Si ritorna negli spogliatoi con il tabellone che scrive : Locali 31 – Ospiti 35

 

Dopo il riposo lungo, si ritorna ad un sostanziale equilibrio, Rezzato ha sistemato le trame difensive ed Urania si è adeguata al ritmo altalenante del confronto.

Entrambe le compagini ora sono ricorse alla ”zona”, accorgimento questo che non permette semplici penetrazioni ma costringe ad un giro palla perimetrale ed a conclusioni dalla distanza che non sempre vengono premiate. Il terzo periodo si chiude sul 16 a 17 ed il tabellone scrive : Locali 47 Ospiti 52

 

L’ultimo periodo quindi inizia con gli ospiti in vantaggio animati dalla speranza di poter strappare una vittoria che sarebbe certamente di prestigio, considerando il valore degli avversari.

E questa speranza sembra potersi confermare quando guardando il tabellone a 3 minuti dalla fine il punteggio li vede in vantaggio di 9 punti con ancora 2 falli da spendere prima del bonus.

 

Ed è a questo punto che (come purtroppo è stato spesso ricorrente in questa annata) viene a mancare quella “voglia di vincere” mista a “convinzione” che invece anima i bresciani negli ultimi minuti della contesa e permette loro di rosicchiare punti su punti fino alla beffa finale sancita dal tabellone che scrive :

Locali 68 Ospiti 67.

 

Perdere di un punto è veramente triste considerando che il mesto ritorno a casa avviene in una di quelle nottate invernali uggiose che probabilmente una vittoria avrebbe aiutato a rendere meno malinconica.

 

Sicuramente ognuno dei ragazzi kilometro dopo kilometro avrà ripensato alla partita ed alle occasioni perse…un appoggio al ferro approssimativo..qualche tiro libero sbagliato…un fallo evitabile…tutti errori che hanno vanificato gli sforzi profusi ma che devono essere da monito al fine di indicare la giusta via da percorrere per il prosieguo della stagione.

 

Prossima turno: domenica 11.02.2018 presso la palestra secondaria del Palalido alle ore 11.30 si gioca contro Junior Basket Curtatone