News

Under 15 Eccellenza: Hikkaduwa-Brescia 65-84

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-03-04 20:27:00

 

Campionato Under 15 Eccellenza - 8° giornata di ritorno

Hikkaduwa Urania Milano - Leonessa Brescia 65–84 (36–53)

 

Urania: Brizzola 1; Strozzi 12; Bevivino; Calcagno 1; Cafeo 7; Granato 6; Lazzarone; Ciccarelli 16; Cavallero; Romeo 18; Faccini 5; All. Schiavi – Tartaglia

Brescia: Botti 4; Allieri; Lonescu; Diaye 7; Corona 11; Villa 5; Ferrazzi 2; Buizza 6; Galli 12; Giudici 6; Faini 3; Naoni 28; All. Ferrini - Antonelli

 

Parziali dei quarti: 1° Quarto (18-30); 2° Quarto (18-23); 3° Quarto (15-14); 4° Quarto (14-17)

Prossimo turno: sabato 10/03 alle ore 18.00 in Via Petrarca, si gioca contro Pall. Bernareggio

 

Partita complicata per il gruppo Urania 2003 nella sfida contro la forte formazione della Leonessa Brescia. Il primo parziale a favore degli ospiti dopo la palla a due (0-10) è già una bella ferita per i giovani Wildcats che sbagliano troppo nelle proprie giocate iniziali.

Brescia dopo il vantaggio dei primi minuti vola sulle ali dell'entusiasmo e alza le percentuali dal campo in modo considerevole conquistando tanta fiducia e inerzia nel fare le cose giuste. Urania inizia a giocare come sa, ma gli ospiti sono già in fuga e alla prima sirena la distanza è in doppia cifra (18-30).

Ritmi forsennati anche nel secondo parziale con una gara più equilibrata (18-23) ma c'è ancora tanta Brescia nelle pieghe di un partita che i Wildcats faticano a giocare alla pari nell'intensità, prima ancora che nelle tecnica e nella tattica. Intervallo 36-53.

Dopo la pausa gli ospiti diventano più umani nelle percentuali e la fiducia dei padroni di casa sale di qualche tono. La gara di Urania a tratti diventa anche convincente anche se il talento cristallino di Naoni è tanta roba (a fine gara 28).

Anche durante gli ultimi dieci minuti Urania le prova tutte per poter rientrare nel match e le zone difensive proposte in effetti annebbiano parecchio le giocate ospiti. Urania arriva massimo a meno 12, ma Brescia ha più talento, fisico ed esperienze per poter cedere a Milano.

Le difficoltà di una partita vera contro una prima della classe si sono dimostrate reali e concrete. Il bicchiere rimane comunque mezzo pieno in casa Hikkaduwa pensando al percorso delle ultime settimane oltre che alle prossime sfide speriamo più abbordabili ad iniziara dalla gara con Bernareggio che si giocherà tra sette giorni.