News

Under 18 Top: Urania Milano - Basket Iseo 72-75

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2019-03-25 11:10:00

 

Campionato Under 18 Top - 4° giornata di ritorno

Urania Milano - Basket Iseo 72-75 (36-35)

 

Urania: Sedazzari 7, Orenze 14, Piatti 21, Villantieri 13, Manzoni, Magenta 4, Donati 3, Mella 5, Milani 5, Ambrogi. All: Locati - Merani

Basket Iseo: Aglioni 7, Bosio 8, Capoferri, Del Buono, Gardin 13, Garosio, Medeghini 26, Poli 3, Staffiere G, Staffiere R 14, Zubini 4. All: Adami

 

Parziale dei quarti: 18-14; 18-21; 12-18; 24-22

 

Partita thriller in quel della Secondaria del PalaLido. Urania, sempre raffazzonata e ancora una volta priva di Rashed, Grimaldi, Manto, Signorile, Salmin, Isufaj e Scafora, ospita Basket Iseo, ancora con il dente avvelenato per la sconfitta nella partita di andata e infatti l'inizio è tutto a favore dei lacustri, i quali sono incontenibili nell'uno contro uno. La difesa Urania deve per forza trovare una soluzione, per cui visto anche il problema delle rotazioni, si rifugia nella difesa a zona che porta subito dei benefici permettendo ai padroni di casa di chiudere il primo quarto in vantaggio, grazie anche a delle ottime soluzioni in attacco. Il ritmo continua a salire da entrambe le parti, se Urania continua a macinare bel gioco, Iseo non è da meno e anzi, riesce anche a diventare spietata vicino a canestro grazie al proprio centro Medeghini (autore di ben 26 punti al termine della partita) coadiuvato da un reparto esterni molto fisici e da Staffieri, altro aggregato alla prima squadra in C Gold e realizzatore mortifero dalla lunga distanza. All'intervallo la situazione è di quasi parità assoluta con Urania che conduce di un solo punto (36-35).

 

La partita prosegue sui binari precedenti, Urania si chiude in difesa e Iseo continua a lottare e seppure il terzo quarto sia abbastanza "standard" è il quarto periodo a regalare emozioni poco adatte ai deboli di cuore. La partita arriva ad un livello di intensità elevatissimo e nonostante ciò la trance agonistica non lascia che nessuno dei ragazzi ne milanesi, ne iseani, perdano mai la lucidità necessaria, come dimostra l'altissimo punteggio del quarto finale. L'ultimo minuto è da cardiopalma: 69 pari ad 1 minuto e 10 dalla fine, Urania difende alla morte e recupera palla. Coach Locati non chiama timeout dando la sua totale fiducia alla squadra che stava giocando molto bene ed infatti la scelta è premiata; azione corale composta da penetrazioni, scarichi ed extra pass che mantengono la difesa in maglia gialla costantemente in movimento finchè la palla in finisce in mano a Orenze nell'angolo, il quale scocca la tripla del +3 Urania a 50 secondi dalla fine (72-69). Iseo attacca, Urania difende fortissimo, un rimbalzo lungo permette un secondo attacco a Iseo ed è il solito Medeghini a togliere le castagne dal fuoco ai lacustri con una tripla da 7 metri e mezzo. 72 pari a 22 secondi dal termine e timeout Urania. Iseo però vuole avere il tiro della vittoria e decide di commettere fallo per fermare il tempo e mandare in lunetta i Wildcats ad 8 secondi dal termine. Mai decisione fu più premiata di questa perchè la mano trema ed il risultato è 0/2 ai liberi con i Wildcats che difendono forte spendendo l'ultimo fallo prima del bonus a 2 secondi e 20 centesimi. Rimessa Iseo, Gardin si svita sull'ala raddoppiato da Donati e Sedazzari che gli mettono le mani davanti alla faccia, tiro su un piede solo ad una mano, sirena, tabella, canestro. Urania gelata allo scadere e Iseo che invade il campo per festeggiare un'incredibile vittoria a seguito di una partita bellissima.

 

Urania gioca una gran partita dando davvero tutto, ma ancora una volta la sorte è di tutt'altro avviso, cosa che non deve affatto scoraggiare visto che ci sono ancora tre importantissime partite prima di capire quale sarà il destino dei Wildcats nel post-season.