News

Under 14 Uisp: SGS Arese - Urania Milano 54-42

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-12-06 23:48:00

 

Campionato Under 14 Uisp - 7° giornata girone di andata

Sgs Arese - Urania Milano 54-42 (24-23)

 

Arese: Vargas 16, Ronchi, Meraviglia 4, Khalil 2, Lucarelli 20, Rossi 4, Riccobone, Chiaveri 5, Perfetti, D' Alessio, Cotza 1, Savarese 2. All. Ceriani

Urania: Galves, Filia 8, Conte 6, Ortiz, Vurchio 2, Dia 6, Di Franco 6, Groppi 4, Amisano, Magnoni 5, Enriques 5, Lin. All. Bonini Sgs
 

Parziale dei quarti: 13-8; 11-15; 14-11; 17-8.

 

Settima giornata del Campionato Under 14 Uisp. Trasferta contro il fanalino di coda del girone ma appena entrati in palestra si intuisce che non sarà facile visto che la squadra di casa si presenta con 3 giocatori di circa 180 cm.

Partenza a rilento con entrambe le squadre che faticano a trovare il canestro. Le scelte di tiro dei wildcats sono molto buone ma la precisione non altrettanto ed i rimbalzi offensivi non sono recuperabili con tutta quella disparità fisica. Arese scappa sul +7 (7-0) ma, dopo il timeout di coach Bonini, i Wildcats forzano qualche palla persa ai padroni di casa e li infilano in contropiede restando a contatto e portandosi al primo intervallo sotto di sole 5 lunghezze.

Nel secondo quarto l’intensità difensiva si alza e si abbassa la disparità sotto canestro permettendoci qualche secondo tiro e al riposo lungo siamo a -1 (24-23). Al rientro dagli spogliatoi la partita è sempre punto a punto con i nostri ragazzi che difendono forte e cercano soluzioni ad alta percentuale.

A 5’ dalla fine del periodo l’Urania mette il naso avanti sul 31-33 ma da questo momento le energie fisiche iniziano a finire. Arese inizia ad attaccare forte il canestro e Vargas (16 alla fine per lui) ne mette 8 in fila ed il parziale si chiude sul 37-34. Il quarto periodo è giocato ad un ritmo molto alto ed i nostri, visibilmente stanchi, riescono comunque a non affondare mentre Lucarelli (20 punti finali) sfrutta il fisico superiore per affondare penetrazioni all’anello. Il risultato finale è di 54-42.

 

Purtroppo un anno di differenza a livello fisico è tanto e quando gli avversari sanno anche sfruttare questo vantaggio per i nostri giocatori diventa dura. Anche se sconfitti i ragazzi hanno mostrato una prestazione brillante, hanno dimostrato una maturità inaspettata partendo dai pochi palloni persi e dalle sporadiche forzature per arrivare ad una difesa aggressiva e ad una costante ricerca del compagno più libero per l’intera durata del match. GO WILDCATS!

Un plauso va fatto inoltre al signor Borghi che ha arbitrato in maniera perfetta e spesso ha anche dialogato coi giocatori per spiegare i fischi ed il regolamento.

 

Prossimo turno: Domenica 9 dicembre alle 17.00 in via Frigia contro i Tigers Milano