News

Under 18 Elite: Curtatone-Hikkduwa 74-61

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2017-11-21 10:38:00

 

Campionato Under 18 Elite – 6° giornata andata

Junior Basket Curtatone - Hikkaduwa Urania Milano 74-61 (32-28)

 

Curtatone: Masenelli 1, Barrotta Ale, Rosignoli 6, Barrotta A. 32, Ferrante 3, Tosi 10, Gorni 6, Ceriani, Benedini 9, Diaconu, Mazzoni 6, Tognini 1. Allenatore : Lesignoli

Hikaduwa: Frausin 11, Villantieri 8, Andena, Antonielli, Marnetto 21, Orenze 2, Sisto 1, Vurchio 10, Isufay , Sagramoso 2, Sedazzari 4, Filiputti 2. Allenatore: Maiocchi

 

Parziali dei quarti: 17-13; 15-15; 20-23; 22-10

 

Seconda trasferta consecutiva per i ragazzi dell’Under 18 Elite ospiti del Junior Basket Curtatone sul parquet della palestra di via Parri che non evoca felici ricordi sia in termini di risultato che di prestazioni.

Viste le premesse l’approccio alla partita è di quelli giusti e sin dalle prime battute la gara è equilibrata, con i Wildcats che si affidano ad azioni corali (purtroppo non sempre efficaci) ed i mantovani che si affidano soprattutto a soluzioni individuali (leit-motiv questo che sarà una costante ricorrente per tutto l’incontro).

Così è che dopo un primo quarto chiuso in svantaggio, il secondo si chiude in perfetta parità ed all’intervallo  lungo annotiamo uno scarto di 4 punti a favore dei  bianchi di Curtatone.

Al rientro dagli spogliatoi i Wildcats aumentano l’intensità difensiva e si affidano a buone transizioni offensive, complice anche una maggior precisione nelle conclusioni ed una discreta efficacia nell’attaccare il ferro riescono a vincere il terzo periodo accorciando il distacco nel computo totale – 1  (52-51).

Il  quarto ed ultimo periodo inizia quindi con gli auspici di una sfida che “dovrebbe” concludersi  con una certa suspense ed invece vede dilatarsi sempre più il divario tra le due compagini a favore dei ragazzi di Curtatone che sono scesi sul parquet con rinnovate energie e molta determinazione. Per contro i ragazzi di Urania sembrano aver esaurito la carica positiva dei precedenti quarti ed inevitabilmente, la  coralità delle loro azioni,  perde di lucidità ed intensità.

Le soluzioni individuali dei mantovani  poi con una certa frequenza vengono “premiate” con canestro più fallo suppletivo ed il ripetersi di questa situazione oltreché sfiduciare i Wildcats sarà determinante nel definire il punteggio finale -13  (74–61)

Ancora una volta la trasferta nei territori cari ai Gonzaga si rivela ostica per  i ragazzi di Urania, sia per l’indubbia  qualità degli avversari, per  una “cabala” che pare non essere benevola nei loro confronti oltreché a “determinati fattori” che lasciamo giudicare ai posteri.

 

I limiti, come le paure, sono spesso solo un’illusione.
(Michael Jordan)