News

Under 18 Eccellenza: CUS Torino - Urania Milano 65-69 dts

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2020-01-22 10:27:00

 

Campionato Under 18 Eccellenza - 1° giornata di ritorno

CUS Torino - Urania Basket Milano  65-69 d1ts (34-29)

 

Torino: Arrighini 5, Avino 2, Vincini 12, Boglione 7, Corino 8, Raviola, Ruà 3, Stella, Bertolani, Akoua 16, Mittica 12, Pecchenino.. All. Raho, Vice All. Landra.
Urania Milano: Paveri, Manto, Lazzari 9, Cavallero 6, Molin 3, Roncadin 2, Casati 16, Giulietti 20, Ferraris 4, Tamani, Chiapparini 7. All. Locati, Vice All. Merani

 

Parziale dei quarti: 23-16 / 11-13 / 11-16 / 13-13 / 7-11
 

Prima partita del girone di ritorno del campionato Under 18 Eccellenza, si va in trasferta in Piemonte, in casa di quella CUS Torino battuta si all'andata ma che aveva abbandonato la Secondaria del Lido con la faccia di chi si sarebbe vendicato al ritorno.

Ed infatti l'inizio è molto pesante per i Wildcats, perchè CUS si porta sul 20 a 9 dopo soli 5 minuti di partita grazie alla prova balistica di Corino (7 punti per lui nella prima frazione) e alla presenza di Boglione sotto le plance. Milano è moscia in difesa dove subisce un'infinità di rimbalzi offensivi ed è pasticciona in attacco, leit motiv di gran parte della partita come testimoniano le ben 34 palle perse a fine partita! Il timeout e successivo mini-parziale di 7 a 3 permette ai Wildcats di ridurre il passivo e Torino è avanti di sole 7 lunghezze (23-16).

Secondo quarto decisamente più intenso di Milano che concede solamente 11 punti ai padroni di casa con il talentuoso Vincini a fare la voce grossa sia da lontano che da dentro il pitturato, mentre Urania corre molto in contropiede, novità del 2020, trovando alcuni facili punti che permettono al rientrato Lazzari di sbloccarsi. Il distacco è ridotto e Urania sembra poter riprendere in mano la partita (34-29).

Seconda metà di gara e Urania ha decisamente un piglio diverso, sia in attacco che in difesa. Chiapparini e Giulietti mettono il turbo segnando anche da lontano, le palle perse non accennano a calare, ma almeno le azioni offensive di squadra assumono una parvenza di buon basket con il timing e lo spacing corretto che permettono di trovare alcune facili soluzioni. Altro enorme problema: le percentuali ai liberi (5 su 15 al termine del terzo periodo..). Per Torino invece, l'energia ed il dinamismo di Akoua permettono ai padroni di casa di rimanere aggrappati alla partita sul 45 pari.

Il quarto periodo è molto nervoso e contratto per entrambe le squadre, le polveri si bagnano, soprattutto per i Milanesi, mentre Torino riesce a rimanere compatta e ad insistere, con merito, con le due combo guard Akoua e Mittica in isolamento 1 contro 1 che riescono a trovare il canestro o ad agevolare i compagni. Si arriva sul +5 Torino a 1:30 dalla fine, quando Giulietti ruba uno dei suoi soliti facili canestri in appoggio da sotto. Torino non trova la via del canestro, Chiapparini sbaglia il tiro del pareggio da 3 punti ad 1 minuto dalla fine, si susseguono momenti in cui la palla sembra scottare, finchè a 30 secondi dalla fine, Big Casati si alza dal letto in cui ha riposato tutta settimana per colpa della febbre, ruba palla al portatore a centrocampo e arriva al ferro per il canestro con fallo, da cui segna il tiro libero del pareggio! Nei restanti 26 secondi prima Torino e poi Milano non trovano il canestro della vittoria e si va quindi ai supplementari.

Supplementari che partono con il 5 a 0 di Torino, i giochi sembrano fatti, ma Lazzari e ancora Casati ricuciono lo strappo supportati dal 2/2 ai liberi di Giulietti, ma sul pareggio è ancora Casati ad eseguire il furto con scasso: contropiede, canestro e fallo per il 2+1 che portano Milano irrimediabilmente avanti, vittoria poi sigillata da altri due tiri liberi di Giulietti per la vittoria milanese.

 

Prossimo turno: lunedì 27 Gennaio, nella Secondaria del Lido, ore 21.00 contro ABA Legnano.