News

Under 14 Elite: Bluorobica Bergamo - Urania Milano 85-59

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2019-11-24 16:54:00

 

Campionato Under 14 Elite - 8° giornata di andata

Bluorobica Bergamo - Urania Milano 85-59 (33-24)

 

Bluorobica: Beltrami 19, Pasini, Zana 15, Nespoli 25, Caroli 4, Carparelli 4, Bellini 5, Stucchi, Cereda 5, Bolis 4, Magnani 2, Staka. All. Longano - Baresi - Zanetti

Urania: Cappelletti, Palazzo 8, Giuliana 2, Zancan 1, Casaletti, Strozzi, Rossi Bollora 17, Filipponi 14, Alzati 12, De Collanz, Morese, Mantini 6. All. Schiavi - Rognoni - Tassellari

 

Parziale dei quarti: 12-12; 21-12; 16-20; 36-15

 

Urania torna a mani vuote da Bergamo dopo aver giocato una gara giudiziosa e con diversi spunti interessanti, ma lasciando troppo spazio ai padroni di casa negli ultimi minuti di una gara che poteva essere chiusa meglio. Bluorobica soffre (forse) più del dovuto la quadratura di Milano, ma dilaga nel finale chiudendo con un margine poco veritiero rispetto all'andamento del match.

Il primo parziale è pieno zeppo di errori. Bergamo sbaglia tanto nelle conclusioni in avvicinamento, ma Urania fa altrettanto e non ne approfitta chiudendo al primo gong in perfetta parità (12-12).

Nei secondi dieci minuti le normali rotazioni della gara fanno pendere l'inerzia a favore dei padroni di casa che guadagnano qualche punto di vantaggio.

Il terzo parziale è molto positivo per gli ospiti che più di una volta mettono in serie difficoltà il quintetto orobico. Filipponi con penetrazioni vincenti. Alzati bene nel pitturato insieme ad un ispirato Palazzo. Mantini e Rossi Bellora fanno il loro dovere nelle giocate dal perimetro e la gara è vera e combattuta (49-44 al 30').

Bergamo ovviamente non molla e prova a concretizzare la propria superiorità. La velocità di Nespoli è un problema per Urania che fatica a contenerlo. Il quinto (quarto?) fallo di Alzati è un grande problema per i giovani Wildcats che faticano a mantenere equilibrio tra le giocate nel pitturato e quelle fuori dall'arco. Così Bergamo ha vita facile soprattutto sui tanti errori di Milano con jumper forzati.

Gli ultimi tre minuti sono un monologo dei padroni di casa che arrivano al ferro senza problemi e con troppo facilità. Peccato non essere riusciti a mantenere il sangue freddo necessario per superare una big del Campionato, ma l'esperienza certamente servirà per le prossime partite.   

 

Prossimo turno: sabato 30 novembre alle ore 18.00 P.le Zelioli, si gioca con Vanoli Cremona