News

Paraocchi e sguardo sull’obiettivo

Pubblicata in Serie B il 2019-02-09 11:02:00

Vietato ascoltare le sirene del successo e continuare con l’atteggiamento “guerriero” delle ultime quattro uscite è l’imperativo per i Wildcats.

Dopo il roboante +34 sulla capolista Cesena di otto giorni fa, Super Flavor torna in campo per la 21A giornata di campionato (6A ritorno), direzione Ozzano dell’Emilia, che nel turno di andata provocò una crepa nelle certezze dei ragazzi di Coach Villa, violando il parquet dell’Iseo con un +10 finale (73-83).

La Sinermatic, dopo un girone di andata che l’ha vista per lunghi tratti nelle zone alte della classifica (8V7P), sta vivendo un momento non particolarmente facile, avendo perso 7 delle ultime 9 gare, con un passivo aperto nelle ultime quattro (Lugo -1, Padova -5, Orzinuovi -7, Cremona -22).

Di contro Milano, dopo le due docce fredde di Olginate e Bernareggio, sembrerebbe aver trovato continuità, avendo raccolto il referto rosa nelle ultime quattro “palla a due” (vs Sanve +15, @ Lugo +20, @ Lecco +2, vs Cesena +34).

Proprio da questo vissuto, che ha portato i Wildcats a rivedere i “colori” di una stagione improvvisamente diventata grigia, Capitan Paleari e compagni dovranno temere i bolognesi, che cercheranno nell’orgoglio le motivazioni per ripetere la prestazione dell’andata e ritrovare il sorriso che avevano prima del giro di boa.   

Sulla panchina emiliana, Coach Federico Grandi, già alla guida dei Flying Balls nella passata stagione, quella della promozione in serie B dalla C Gold.

In cabina di regia Mario Chiusolo. Il playmaker classe ’91, già a Ozzano nel 2017 dopo aver vestito le maglie di Cento (B) e Riva del Garda (DNA), realizza 9ppg in 27’ con il 51% da 2P e 4.3 assist.

Nel ruolo di guardia Nicola Mastrangelo. In arrivo dalla vincente Cento (B) via Ferrara (A2), la guardia classe ’98, nei 28’di presenza, realizza 7.1 ppg con il 45% da 2P e il 33% da 3P.

Nello slot di “3” il nuovo arrivato Matteo Galassi (’98). In maglia Lugo nelle prime 16 gare(10.19ppg, 24’), nelle tre contese con i colori di Ozzano, è stato utilizzato per 24’ producendo 11.3ppg con il 57% da 2P e il 58% da 3P.

Il primo dei due lunghi è il top-scorer Luigi Dordei (’81). Figlio e nipote d’arte (entrambi hanno giocato in serie A), ha un passato di tutto rispetto, avendo calcato il parquet della massima serie a Pesaro (2014). Ha vestito anche le maglie di Sassari, Udine e Trento in Legadue. Per lui 14ppg in 24’ con il 43% da 2P, 84% ai liberi, con 5.6 falli subiti e 6.6 rimbalzi.

Il ruolo è diviso con Giovanni Agusto. L’ala classe ’88 con passato a Ferrara (DNA) e Cento (B), produce 8.1ppg in 21’ con 4.3 rimbalzi.

L’altra torre è l’Ucraino Dimitri Klyuchnyk. Il centro di 208cm classe 1994, va a referto con 9ppg in 18’ con un significativo 60% da 2P e 40% da 3P e 4.1 rimbalzi.

Completano il roster, la guardia Nunzio Corcelli (’90) 9.8ppg in 25’ con 4.4 rpg e 2.9 assist, il playmaker  del 1997 Mattia Masrè (0.5ppg in 8’), la guardia del 1998 Alessandro Ranocchi (6.2ppg; 17’), l’ala del 1990 Marco Morara (6.7ppg; 22’) e il playmaker del 2000 Riccardo Salvadori (.05ppg; 2’).

 

Palla a due ore 18:00, con telecronaca integrale su #direttaurania dalla pagina Facebook di Urania Basket, con la voce di Guido e Marco Junior Papetta

Sempre su #direttaurania interviste con i protagonisti nel pre e post-partita.

 

Guido Papetta

Ufficio Stampa Super Flavor Urania Milano