News

Under 16 Eccellenza: Pall. Varese-Hikkaduwa 83-58

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-03-14 10:16:00

 

Campionato Under 16 Eccellenza - 6a giornata ritorno 
Pallacanestro Varese - Hikkaduwa Urania Milano 83-58 (39-28)

 

Varese: Clark 4, Trani 14, Naldini 7, Librizzi 7, Fossali 7, Ghielmi, Mina 11, Virginio 16, Nagero 2, Marotta 3, Maruca 10, Fortina 2. All. Meneghin/Zambelli.

Hikkaduwa: Scafora 3, Frausin 16, Losi 6, Manzoni 3, Ambrogi, Baccalaro, Fliputti 4, Giorgetti 8, Rashed 14, Rinoldi 2, Donati, Salmin 2. All. Montefusco.

 

Parziali dei quarti: 18-17; 21-11; 23-17 ; 21-13.


Dura soltanto un quarto e mezzo la partita del campionato Under 16 Eccellenza valevole per la sesta giornata di ritorno, nel mitico palazzetto di Masnago, contro la Pallacanestro Varese allenata da Andrea Meneghin.
Dopo una buona partenza nei primi minuti grazie al duo Scafora-Frausin e proseguendo in tutto il periodo alla pari, grazie anche al contributo di capitan Rashed, la prima sirena vede i biancorossi di casa chiudere avanti di una sola lunghezza 18-17. Si ha la sensazione che la squadra sia pronta a giocare una partita di sacrificio, come a Bergamo per esempio, e soprattutto abbia voglia di lottare fino alla fine rendendo la vita dura agli avversari di turno.
Purtroppo questa rimarrà solo una sensazione, in quanto da metà secondo quarto in poi si scatena il gioco facile ed efficace dei varesini ma soprattutto, si scatena l’inferno della difesa milanese, che non ha la di capacità di fermare le situazioni di gioco in movimento costruite dai padroni di casa. Tagli dal lato debole, blocchi lontani dalla palla, 1 contro 1 in tutte le salse e contropiede ogni volta, e sono diverse, che Urania fa una palla persa o un tiro senza bilanciamento difensivo. Il parziale di 21-11 per i ragazzi di Meneghin, li porta all’intervallo lungo avanti di 11 lunghezze, che onestamente per come sembravano mettersi le cose, pare un affare per i ragazzi targati Hikkaduwa.


Il terzo quarto e sulla falsa riga di quello precedente, con Urania che prova a contenere l’attacco dei varesini anche con la zona, già tentata anche nei quarti precedenti, che però ha sempre gioco fin troppo facile soprattutto nell’area Wildcats che diventa terra di conquista. Comodi appoggi, canestri con fallo e libero aggiuntivo, falli subiti con conseguenti 2 tiri liberi e rimbalzi offensivi, questa è la ricetta che alla fine del terzo parziale vede i varesini, che sembrano anche non dannarsi più di tanto per ottenere tutto ciò, avanti 62-45.

L’ultimo quarto e solo accademia, con una squadra che gioca e si diverte sulle ali del entusiasmo, ed una cronicamente depressa, esattamente come la faccia di alcuni dei suoi giocatori.
Il risultato finale vede Varese imporsi con uno scarto decisamente importante 83-58, che sottolinea la prontezza e la scaltrezza dei ragazzi di Meneghin, a tratti quasi da sembrare più grandi. Di contro c’è sicuramente una squadra in netta involuzione, a tratti quasi da sembrare ferma all’anno scorso.

 

Prossimo turno: sabato 17/03 alle ore 17.30 al Palaiseo, contro Fortius Data Battaglia Mortara.