News

Urania la partenza illude, il finale è tutto di Bernareggio, 90-82

Pubblicata in Serie B il 2019-01-13 11:11:00

Sconfitta esterna per la Super Flavor Milano che cade nella trasferta di Bernareggio. Dopo una super partenza i Wildcats consentono l'immediato rientro ai brianzoli trascinati da Todeschini. Regge il fortino Urania sino al quarto periodo, poi cede la difesa milanese a cui non bastano, oltre al rientro di Santolamazza e Scanzi, le iniziative di Simoncelli (20 punti), Eliantonio (18 con 3/3 da tre) e di capitan Paleari (13 alla sirena). Ancora Todeschini ed l'ex di giornata Laudoni a regalare il successo alla Lissone Interni.

 

INIZIO SCOPPIETTANTE

Splendido inizio per la Super Flavor tonica e concentrata, apre il fuoco Simoncelli per il 5-0 ospite. Autoritaria e spietata la truppa di coach Davide Villa che rende la vita difficile ai padroni di casa, il rientrante Scanzi e capitan Paleari a referto, di Eliantonio la tripla del perentorio 13-0.

 

TODESCHINI RILANCIA

Prova a scuotersi Bernareggio, iniziano a mettersi al lavoro Todeschini e Laudoni, pareggio a quota 13. Dopo il cambio di inerzia della sfida è l'equilibrio a farla da padrone, altri due controparziali, una fiammata di Negri ed un paio di liberi di Eliantonio lasciano l'Urania avanti alla pausa lunga. 

 

JACK E SIMONCELLI TENGONO

Dopo la pausa lunga milanesi che sprecano un paio di possesso per provare ad allungare, immediata la punizione di Bernareggio che lavora bene anche a rimbalzo, il solito Todeschini protagonista del nuovo mini break dei padroni di casa, 44-39. Fase della gara con meno precisione al tiro su entrambi i lati, si batte Paleari che infila prima la parità e poi i due liberi del sorpasso, 48-50. Sale l'intensità della sfida con Bossola ed Eliantonio che sparano una tripla a testa, ancora Todeschini dalla linea della carità lascia la Lissone Interni a più 2 alla penultima sirena. Si alza decisamente il ritmo dei brianzoli, Todeschini è letteralmente scatenato, tenta di restare in scia la Super Flavor con il siluro di Negri, 63-60. 

 

LAUDONI E TODESCHINI PER LA FUGA

Clima incandescente sugli spalti, Finazzer infiamma il pubblico di casa con una tripla dal peso psicologico importantissimo, da una sfortunata conclusione di Eliantonio arriva il successivo più sette dalla lunetta di Laudoni, 78-71 al 38'. L'Urania ha ancora energia per gli assalti finale ma non la tenuta difensiva, è l'ex Laudoni a ferire al cuore i Wildcats con il contropiede che chiude di fatto le ostilità, 81-73.