News

Under 13 ottavi al Memorial Innocentin di Brugherio

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-05-04 14:08:00

 

Resoconto della 24° Memorial Innocentin Brugherio svolto dal 27 aprile al 1 maggio 2018 a Brigherio.


Girone di qualificazione:
Aba Legnano - Urania Milano: 58-32 Parziale dei quarti: 13-6; 14-14; 14-13; 17-9.
Vanoli Cremona - Urania Milano: 44-62 Parziale dei quarti: 11-13; 4-22; 19-18; 10-9.
My Basket Genova - Urania Milano: 54-57 Parziale dei quarti: 18-7; 14-23; 9-18; 13-9.


Quarti di finale:
Robur et Fides Varese-Urania Milano: 61-40 Parziale dei quarti: 25-8; 10-10; 19-11; 7-11.
Semifinale 5°-8° posto:
Progetto Giovani Cantù-Urania Milano 57-49 Parziale dei quarti: 16-24; 14-6; 14-4; 13-13. 
Finale 7°-8° posto:
Bluorobica Bergamo-Urania Milano 56- 46 Parziale dei quarti: 18-15; 13-4; 7-13; 18-11.

 
Ponte del primo maggio sui campi di Brugherio per gli U13 Urania impegnati nella ventiquattresima edizione del Memorial Innocentin, di fianco a grandi nomi del panorama giovanile lombardo e italiano.
Il primo scoglio da superare è quello del girone, con Urania impegnata in ordine contro ABA Legnano, Vanoli Cremona e My Basket Genova.
L’esordio al torneo non è dei migliori. Contro ABA Legnano, prima classificata del girone Gold Varese che comprende squadre come Robur Varese, Pallacanestro Varese e Progetto Giovani Cantù, la poca aggressività e la poca carica agonistica sono mancanze che fanno sfuggire di mano velocemente la partita. Il primo tempo contro dice 27 – 10 grazie alla troppa libertà lasciata alla manovra offensiva degli avversari, alle poche idee in attacco e soprattutto alla valanga di palle perse che non permettono a Urania di entrare mai in partita. Nel secondo e nel terzo quarto, chiusi rispettivamente in parità e a meno 1, si vede una reazione dei biancorossi che provano almeno a giocarsela a viso aperto. Nell’ultimo quarto i wildcats resistono per la prima metà, poi causa anche l’inferiorità fisica, subentra la stanchezza e Legnano riesce a costruire un ultimo allungo per chiudere la partita 58 – 32.

La giornata di domenica vede in programma due partite. La prima contro la Vanoli Cremona, che ha chiuso 4° nel girone Gold Brescia, la seconda contro My Basket Genova, prima nel campionato under 13 Elite ligure. 
La squadra che scende in campo è di diversa consistenza rispetto a quella del giorno prima. La difesa lascia pochi spazi di azione concedendo solo 15 punti nel primo tempo. In attacco i ragazzi si cercano con continuità riuscendo a costruire delle belle azioni e riuscendo a coinvolgere e a far andare a referto quasi tutti i giocatori. All’intervallo il tabellone recita 35-15, frutto di un ottimo parziale di 22-4 costruito nel secondo quarto. Nel secondo tempo sembra che Urania abbia già finito il carburante. Cremona prova a riavvicinarsi, ma alle soglie della doppia cifra di svantaggio, viene ricacciata indietro da un paio di minuti di ottima pallacanestro dei piccoli Wildcats. Nell’ultimo quarto la partita viene gestita, con Cremona che non ha le forze per provare a riavvicinarsi ai biancorossi, che dal canto loro, non hanno le forze per spingere e allungare di più. Finisce 62-44 per Urania.

La seconda partita della giornata è di fondamentale importanza per il proseguimento del torneo. La vittoria garantirà ad Urania di entrare nella parte alta del tabellone e giocarsi le prime otto posizioni.
La partenza, visti i presupposti, non è di certo quella attesa. Il primo parziale vede Urania subita costretta ad inseguire, con un attacco che non riesce a costruire buone conclusioni, mettendo a referto solo 7 punti nei primi 10 minuti. Fortunatamente la reazione non tarda ad arrivare e grazie ad un secondo quarto molto intenso, i biancorossi riescono ad andare negli spogliatoi con solo due lunghezze di svantaggio. L’inerzia della partita resta in mano ai biancorossi che nel terzo quarto riescono a costruire un piccolo parziale che dà un po’ di ossigeno. Nel momento in cui da copione i ragazzi dovrebbero chiudere la partita, Urania si adagia sugli allori facendo recuperare Genova che negli ultimi minuti prova a rimettere la testa avanti. Per fortuna Hikkaduwa riesce ad evitare la rimonta di Genova, vincendo 57-54.


Lunedì è giorno del quarto di finale contro la Robur et Fides Varese e le semifinali per i primi quattro posti in caso di vittoria o quelle dal quinto all’ottavo posto in caso di sconfitta.

Per potersi giocare l’accesso alla semifinale, servirebbe la partita perfetta, cosa che i ragazzi sanno. Tuttavia, forse anche per poca convinzione, l’aggressività in campo non è quella necessaria e nel primo quarto Robur non concede neanche la possibilità di ragionare. Tante palle perse che regalano appoggi facili senza difesa, rimbalzi offensivi e poca collaborazione in attacco sono il mix perfetto per il 25-8 del primo quarto. Nel secondo quarto arriva di nuovo la reazione, ma il -17 contro una squadra come la compagine di Todisco, pesa tonnellate di più. Grazie ad una maggiore cattiveria agonistica si riesce a limitare l’offensiva varesina e a chiudere il secondo quarto con il parziale di 10 a 10. Al rientro dagli spogliatoi Varese vuol far subito capire che gara sarà d’ora in poi e pian piano inizia ad incrementare il vantaggio. Il parziale del terzo quarto vede la vittoria varesina di 8 punti, che chiude la partita quasi definitivamente. Il risultato finale sarà di 61-40, grazie alla vittoria dei wildcats nell’ultima frazione con il parziale di 7 a 11.

La semifinale 5°/8° posto vedrà i biancorossi opposti al Progetto Giovani Cantù, a sua volta sconfitta dal derby con Pallacanestro Varese. 
Questa volta l’inizio è di quelli positivi, con un primo quarto quasi perfetto che si conclude con ben 24 punti segnati e solo 16 subiti, e con un vantaggio in doppia cifra raggiunto più volte. Tuttavia, come spesso accade a questa squadra, il blackout è sempre in agguato, complice in questo caso anche le grande fisicità messa in campo dal secondo sestetto brianzolo. Purtroppo il momento di appannamento dura per ben due quarti, nei quali la squadra riesce a trovare la via del canestro in sole 5 occasioni: troppo poco per competere. Sul -10 per fortuna i ragazzi provano a ricominciare a giocare, ma anche in questo caso vale quello già detto per la partita della mattina, la reazione è troppo tardiva. Nonostante l’ultima frazione finisca 13 pari, il risultato finale al termine dell’ultimo quarto dirà 57-49 per Cantù.
Martedì è la giornata conclusiva, quella delle finali, dove per Urania ci sarà in gioco la 7°/8° posizione. Avversario di turno la Blurobica Bergamo, in un possibile anticipo degli ottavi del tabellone finale lombardo di categoria, eventualità possibile nel caso in cui i piccoli wildcats riusciranno a battere i ragazzi della Pallacanestro Piadena 2000, nella gara secca del Palaiseo di sabato 05-05 alle ore 15.30.
Entrambe le compagini vedono le rotazioni un po’ accorciate per vari infortuni e malanni. Per Urania questo è un buon motivo per chiedere qualcosa di più ad ognuno dei giocatori che saranno chiamati in causa. Il primo quarto è giocato all’altezza dell’avversario e viene chiuso con il parziale di 18-15 per gli orobici. Nel secondo quarto arriva il primo cedimento dei nostri ragazzi, che iniziano a trovare con sempre più fatica la via del canestro. La sirena del secondo quarto manda le squadre al riposo con il tabellone che dice 31-19 per i blu-arancio. Tuttavia Urania non vuole arrendersi e nel terzo quarto comincia a rosicchiare punticino dopo punticino fino a ricucire totalmente lo strappo. Purtroppo le rimonte costano energie, soprattutto in questi tornei dove si giocano molte partite ravvicinate una all’altra. Neanche il tempo di assaporare la rimonta e il pareggio a quota 42, che Bergamo ricaccia indietro Urania riuscendo a costruire negli ultimi minuti il break decisivo. Finisce 56-46 per Blurobica che si aggiudica la settima posizione. Ottava piazza per i wildcats che avrebbero potuto fare qualcosa di più.

CLASSIFICA FINALE:
1° AURORA DESIO
2° PALLACANESTRO VARESE
3° LIBERTAS CERNUSCO
4° ROBUR ET FIDES VARESR
5° ABA LEGNANO
6° PROGETTO GIOVANI CANTÙ
7° BLUROBICA BERGAMO
8° URANIA MILANO
9° ARMANI JUNIOR MILANO
10° BB14 BSRGAMO
11° VICTORIA LIBERTAS PESARO
12° MY BASKET GENOVA
13° APL LISSONE 
14° VANOLI BASKET CREMONA
15° ALTO GARDA
16° CBG BRUGHERIO