News

Prima giornata al Torneo di Crema per gli Under 15

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-01-05 23:02:00

 

Crema – Urania: 39 – 41

Crema: Belloni 3; Vailati 2; Faccà; Cantoni; Marani; Uberti 7; Galvano 3; Ghidiu 7; Tasso 4; Cucchi; Fasoli 4; Bianchessi 9; Groppelli; All. Maioli – Pesti

Urania: Bevivino 6; Calcagno 5; Cafeo 2; Lazzarone; Manganini; Petix 4; Ciccarelli 6; Faccini 6; Romeo 12;  All. Schiavi - Tartaglia

1° (22-29); 2° (17-12)

 

Urania – Viganello: 76 – 13

Urania: Bevivino 7; Calcagno 14; Cafeo 5; Lazzarone 10; Manganini 9; Petix 10; Ciccarelli 11; Faccini 3; Romeo 7;  All. Schiavi – Tartaglia

Viganello: Sovcic; Monteiro; Lotartaro; Montanari; Da Rocha 1; Lombardo 3; Di Fazio 7; Selmini; Kalin; Abenteer; Ghezzi 2; Saredi; All. Leonelli – Selmini

1° (37-5); 2° (39-8)

 

Urania – Padova: 39 – 41

Urania: Bevivino 10; Calcagno 2; Cafeo 1; Lazzarone; Manganini; Petix 2; Ciccarelli 13; Faccini 3; Romeo 8;  All. Schiavi – Tartaglia

Padova: Vamewe 6; randazzo; Mazzaro 4; Meroi; Rosin 6; Mion; Pepato 5; Fiore; Fortin 11; Stecca 2; Manzoni 2; Satalic 5; All. De Nicolao

1° (18-18); 2° (21-23)

Terza partita del torneo di Crema per il gruppo Under 15, giocata contro Padova, che premia la squadra avversaria. Una Partita giocata alla pari, fin dalla palla a due, con Padova che basa il suo gioco sul penetra e scarica, trovando spesso spazi nella difesa Urania. I Wildcats dal canto loro, non si fanno trovare impreparati offensivamente e con molta iniziativa, mettono a segno canestri in penetrazioni, spesso subendo anche fallo, con 12 punti segnati dai tiri liberi, sui 18 punti totali del primo tempo.

Inizio del secondo tempo, gli equilibri non variano, con entrambe le squadre motivate a vincere. Padova, comincia a non attuare più un gioco di penetra e scarica, ma prende iniziativa con tiri dalla media distanza, con alte percentuali realizzative. Nonostante gli sforzi di Urania, Padova riesce per tutto il secondo tempo a non farsi superare, mantenendo sempre un piccolo vantaggio di +2. Ultimo disperato tentativo da parte dei Wildcats, di ribaltare il risultato, sono gli ultimi 5 secondi, quando la stessa Urania, a partire dalla rimessa in zona offensiva, tenta un tiro da 3, senza metterlo a segno. Nonostante la sconfitta, 39 a 41, Urania esce a testa alta, per quello che ha fatto vedere in campo e si aggiudica comunque la finale primo e secondo posto, in questo Torneo quadrangolare, contro la stessa Padova.