News

Ad Omegna arriva il primo KO nei playoff, la Paffoni si prende gara 2, 77-55

Pubblicata in Serie A2 il 2019-05-28 23:02:00

Prima sconfitta nei playoff per la Super Flavor che cade, in gara 2, ad Omegna. Partita opaca dei Wildcats puniti dalle pessime percentuali (anche dalla lunetta) e dalla poca aggressività rispetto alla splendida partita di sabato. Non bastano all’Urania gli sprazzi di capitan Paleari (unico in doppia cifra tra i Wildcats), Grande ed Arrigoni (in ombra nella sfida di apertura della serie) sono i protagonisti, insieme al solito Balanzoni, della vittoria della Paffoni.

 

LA GARA

Inizio aggressivo della Paffoni, Grande attacca il canestro con maggiore convinzione rispetto a gara 1, risponde Santolamazza con la prima tripla del match, 4-3. Urania chirurgica che mette a segno un altro siluro con il buzzer beater di Eliantonio, bombe anche per Simoncelli ed Eliantonio, Omegna non molla trascinata dal solito Balanzoni, botto di Arrigoni e nuovo sorpasso, 13-12. Difese ruvide con i rossoverdi molto attivi negli anticipi, si scaldano gli animi ed arriva l’antisportivo per Piunti, allungano i padroni di casa con Arrigoni, 19-12. Meno precisa e lucida la Super Flavor che stecca anche dalla linea della carità, coach Villa prova a mescolare le carte chiedendo energia e verve a Perez. Un libero di Santolamazza interrompe il lungo digiuno milanese ma non torna la fluidità offensiva in casa Urania, aumentano anche i falli con la terza penalità per un Negri totalmente fuori dalla sfida, 21-16 grazie al guizzo di Perez in chiusura di primo quarto. Capitan Paleari ingaggia battaglia con Samoggia costringendo il rivale al terzo fallo, è sempre la Fulgor a condurre la danza sfruttando i tanti errori al tiro degli ospiti, ancora Arrigoni protagonista con la firma del più 8, 25-17. E’ sempre il capitano a dare la sveglia alla Super Flavor, 5 punti filati (compresa una tripla frontale) del centro milanese che riporta la partita ad un solo possesso, 25-22. C’è sempre la mano al curaro di Grande nel nuovo mini strappo degli uomini di coach Ghizzinardi, 32-25. Un lampo di Simoncelli rimette Milano a ridosso degli avversari, Paleari ci prende gusto dal perimetro e tiene i Wildcats a meno 3 all’intervallo, 35-32. Non salgono le percentuali di Eliantonio e compagni dopo la pausa lunga, si fa largo Balanzoni in area colorata, 42-35. Prova la spallata la Fulgor trascinata da Arrigoni che porta oltre la doppia cifra il vantaggio rossoverde, 5 punti del capitano dei piemontesi e massimo margine sul 49-36. Affonda sino a meno 15 l’Urania che sembra sull’orlo del KO, coach Villa prova con un quintetto più mobile con Scanzi da 4, capitan Paleari è l’ancora di salvezza a cui si aggrappa Milano, 55-42 alla penultima sirena. Spara a salve l’Urania da fuori punita sistemante dalle transizioni dei padroni di casa, D’Alessandro sposta l’asticella sul più 17, 59-42. La Super Flavor ammaina bandiera bianca nonostante le accelerazioni di Perez, Balanzoni manda a referto i punti che chiudono di fatto il match, 63-46.