News

Under 15 Regionale: Ebro Basket - Urania Milano 64-61

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2019-11-17 00:09:00

 

 

Campionato Under 15 Regionale - 4° giornata di qualificazione
Ebro Basket - Urania Milano 64-61 (34-26)

 

Ebro: Free 8, Gianola 2, Flaminio 2, Campanini, Mancini, Genovesi 6, Pomo 11, Palazzo 2, Vuono, Di Giovanni, Mele 14, De Falco 19. All. Verde/Locati
Urania: Alzati 10, Brizzola, Cappelletti, Zancan 2, Ginocchio 6, Morese 6, Strozzi 2, Cremascoli 3, Ghisu, Dell’acqua 16, Portesi 3, Santagostino 13. All. Rognoni

 

Parziali dei quarti: 17-12; 17-14; 13-26; 17-9
 

Nella quarta giornata del girone di qualificazione del campionato Under 15 Regionale, i ragazzi del 2005 e del 2006 dell’Urania sono ospiti in via Bazzi a casa di Ebro Basket.

La partita inizia con gli ospiti che entrano subito concentrati in campo e già nei primi minuti di gioco riescono a costruire un piccolo break di vantaggio. Pronta è la reazione dei padroni di casa che, stringendo le maglie in difesa, riescono a controllare lo svantaggio. In attacco Ebro fa molto affidamento alle giocate in 1c1 dei singoli giocatori e la difesa dell’Urania viene ripetutamente bucata, incapace di coordinarsi per risolvere il problema.
Dopo la buona entrata in campo, Urania non trova supporto da parte della sua panchina e, con l’inizio delle rotazioni, perde la guida della partita e inizia a rincorrere Ebro. In attacco le idee sono poche e perdenti, il ritmo della partita non si riesce ad alzare e viene dettato dai padroni di casa, in difesa ad ogni giro è il turno di qualcuno per farsi battere, per poi guardare la palla scendere dalla retina. 
All’intervallo conducono i padroni di casa 34-26.

Al rientro in campo sembra arrivare una reazione da parte degli ospiti. Le maglie in difesa si chiudono, obbligando i bianco-verdi a tentare, con poca precisione, molte più conclusioni dalla media/lunga distanza. Grazie al buon lavoro sotto il ferro si incomincia a correre su tutto il campo trovando molti tiri ad alta percentuale. A pochi minuti dalla fine del terzo quarto la rimonta è completata, ma con l’inerzia della partita a suo svantaggio Ebro non riesce ad uscire dal vortice subendo il parziale di Urania fino al 47-52 di fine quarto.


Nell’ultimo quarto sembra che tutto debba andare come il quarto precedente. Ebro non riesce a risolvere il rebus della difesa avversaria e Urania continua ad allungare il vantaggio correndo e divertendosi. Il parziale arriva fino al +13 Urania.
A questo punto i bianco-rossi, forse per immaturità, staccano le mani dal volante della partita. L’attacco rallenta e diventa stantio e improduttivo come nel primo tempo. In difesa prende il sopravvento la distrazione, con i ragazzi di Ebro che sfruttano subito le possibilità che gli vengono concesse.
In pochi minuti il parziale viene recuperato e a poco meno di 5 minuti dalla sirena le squadre si trovano per la terza volta pari, con l’inerzia in questo caso dalla parte dei padroni di casa.


Negli ultimi minuti di partita la qualità del gioco, forse per la stanchezza forse per il poco sangue freddo, si abbassa notevolmente da entrambi i lati del campo. Si iniziano a vedere molti tiri e passaggi forzati, palle perse da parte di entrambe le squadre e pochi canestri. Ebro si dimostra più lucida, segnando un paio di canestri dal campo chirurgici e sigillando la partita dalla linea del tiro libero.
Urania torna a casa con il gusto amaro di una sconfitta e con la consapevolezza di essere riuscita sia a fare di tutto per meritarsi di vincere prima, sia a fare di tutto per meritarsi di perdere dopo.
 

Prossimo turno: sabato 16 novembre alle ore 17.10 in via Rosetti, si gioca contro Leone XIII