News

Urania combatte e rimonta ma è di Torino il terzo posto

Pubblicata in Serie A2 il 2019-09-01 20:33:00

Torneo Airitaly di Olbia: Quarto posto finale per l'Urania Milano che lotta ma esce sconfitta nel finale nella sfida con Torino. La truppa di coach Davide Villa affonda sino a meno 19, poi la gran rimonta guidata da un ottimo Lynch (molto positivo l'esordio del centro statunitense) e Raivio. Torino si aggrappa a Diop e Cappelletti e resiste alle triple di un Negri d'assalto, 80-78 il finale.

LA GARA
Meglio Torino in avvio con Pinkins a colpire la difesa milanese. Non decolla però il margine dei piemontesi nonostante le buone iniziative di Cappelletti, Raivio tiene a meno 3 i Wildcats alla prima sirena, 16-13. Cambia l’inerzia della sfida con l’Urania che trova maggiori armonie in attacco, Lynch offre diversi spunti interessanti ma accumula anche tre falli prematuri. E’ una tripla di Negri a sigillare il sorpasso milanese, 20-23. Immediata la risposta della Reale Mutua con un 2+1 di Pinkins che riporta avanti i suoi, è più 5 Torino all’intervallo. Allungano il passo i torinesi dopo la pausa lunga, arriva anche il margine in doppia cifra sulle ali di un Alibegovic già in forma campionato, 58-50 alla penultima sirena. Prende in mano il match la Reale Mutua in apertura di quarto periodo, Marks accelera ed arriva anche il più 17, 69-52. Lynch prova a mettersi sulle spalle il peso offensivo della squadra, il centro statunitense e due ottime transizioni condotte da Raivio (assist per la tripla di Montano e jumper dalla lunetta, generano il recupero della truppa di coach Davide Villa, 69-62. Prosegue la rabbiosa rimonta milanese, bomba di Negri e schiacciata, dopo un gran movimento, ancora di Lynch per il meno 2 dopo una fiammata da 15-0 dei Wildcats, 69-67. Cappelletti è l’ancora di salvezza di Torino, l’ex play della Virtus Bologna aziona ancora Diop che, in contumacia Lynch uscito per falli, fa ancora il vuoto in area colorata, 76-70. Urania ha ancora energia e cuore per restare attaccata alla partita, Negri è on fire sigillando un back to back di triple per il meno 1, 76-75. Nel finale walzer di liberi con i piemontesi che non steccano conservando il minimo vantaggio, 80-78.

Momenti di ottimo basket in una gara complessa anche per il valore di un avversario (Torino) che parte tra i favoriti nel girone ovest, come spiega Gherardo Sabatini: "Direi che abbiamo avuto un impatto molto buono per essere ancora all'inizio, Torino è una delle squadre migliori del prossimo campionato di A2, E' presto per dare dei giudizi complessivi però mi sembra ci sia una buona alchimia potenziale, per un gruppo dove non ci sono prime della classe ma tutti ragazzi che hanno voglia di creare i presupposti per un'ottima stagione".

La chiosa finale della due giorni di Olbia è affidata a coach Davide Villa: "Siamo una squadra che ha, ovviamente, bisogni di trovare la propria identità e gli equilibri giusti. C'è lo spirito e la determinazione di tutti i ragazzi, tecnicamente molto positivo l'impatto di Lynch, soprattutto considerando che è appena arrivato da noi. Giocatore che ha già dimostrato di essere estremamente importante su entrambi i lati del parquet".

URANIA MILANO: Lynch 21, Raivio 16, Negri 12, Piunti 9, Sabatini e Montano 8, Benevelli e Pagani 2

REALE MUTUA TORINO: Marks e Cappelletti 15, Pinkins e Diop 12, Alibegovic 11, Campani 9, Cassar, Toscano e Traini 2

Ufficio Stampa Urania Basket Milano
 


Foto di Luigi Canu