News

Under 13 Gold: Arese-Hikkaduwa 42-45

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-03-25 16:04:00

 

Campionato Under 13 FIP Milano Gold 1 - 4° giornata di ritorno
San Giuseppe Arese -  Hikkaduwa Urania Milano 42-45 (19-33)

 

San Giuseppe Arese: Fanin 12, Perversi 2, Liberali, Allievi, Ruggeri, Pignataro 5, Bertoni 11, Terenghi, Moronetti 6, Splinchi 2, Cali 4. All. Morelli/Spoldi.   
Hikkaduwa: Sperindio 4, Roth 6, Pirrone 12, Romano, Latorre 7, Pozzi 2, Solimeno 5, Ghioni 7, Carlozzo, Borsatti, Villasanta, Portesi 2. All. Montefusco/Rognoni.


Parziale dei quarti: 11-17; 8-16; 15-7; 8-5.


Vittoria col brivido per gli under 13 impegnati in trasferta nella quarta giornata del girone di ritorno della fase Gold contro SG Arese. La partita ha visto veramente in campo due squadre diverse, una squadra inizialmente un po’ contratta e senza grande ritmo ma che con l’andare dei minuti è riuscita anche a crearsi un bel vantaggio, e una incredibilmente distratta, molle, impaurita e soprattutto senza la capacità di fare una cosa giusta quando serviva farla.


La partenza è discreta e vede subito gli ospiti andare avanti di qualche punto grazie a giocate individuali, senza brillare particolarmente per coralità e gioco di squadra. Qualche buona difesa che riesce a recuperare alcuni palloni convertiti in due punti, porta i giovani Urania a chiudere il primo quarto avanti 11-17.


Nel secondo quarto le due squadre fanno l’elastico e si rispondono colpo su colpo, con i padroni di casa che trovano prevalentemente punti in contropiede o in giocate estemporanee di uno contro uno nelle quali la difesa biancorossa fa da spettatore. Negli ultimi tre minuti del quarto ecco l’accelerazione improvvisa dei Wildcats che in men che non si dica fanno un parziale di 0-10 grazie finalmente ad una difesa solida e concreta, che riesce a raddoppiare con i giusti tempi, mettendo in grave difficoltà in padroni di casa. Si va all’intervallo con un vantaggio insperato per quello che si era visto fino al diciassettesimo minuto. Il quarto si chiude con il parziale di 8-16 e il punteggio dice 19 a 33 per ragazzi targati Hikkaduwa.


All’inizio della ripresa Urania sembra dare continuità al buon lavoro fatto nella fase finale della seconda frazione, continuando a difendere forte e trovando finalmente anche qualche giocata di squadra che la porta fino al vantaggio di 20 punti. Ed ecco come per magia da un momento all’altro, materializzarsi una squadra che sembra credere di avere già vinto la partita e smette totalmente di giocare e soprattutto di ragionare. I padroni di casa sono bravi ad accorgersi di tutto questo e pian piano, cominciano a rosicchiare punticino dopo punticino il vantaggio degli avversari. La difesa Urania non morde più grazie anche alle giocate veloci e con pochi palleggi dell’attacco aresino, che ogni volta superata la prima linea biancorossa, si trova delle vere e proprie praterie dove poter correre e concludere indisturbato. Il quarto è assolutamente a vantaggio dei biancoblù che chiudono 15 a 8, portandosi a sole sei lunghezze degli avversari sul punteggio di 34 a 40.


L’inizio dell’ultima frazione vede una fase di stallo dove nessuna delle due squadre riesce a trovare la via del canestro, soprattutto Urania che continua nel suo momento di follia collettiva che la porta a non trovare il fondo della retina avversaria per più di dieci minuti. Il festival delle banalità e dell’inconsistenza sembra non avere più fine e Arese riprende la sua marcia, cominciando a credere davvero alla rimonta per poi mettere le mani sulla vittoria finale. E la rimonta viene completata sul risultato di 40 pari, gli stessi quaranta punti che Urania aveva all’inizio del quarto e che ora a pochi minuti dal termine, sono ancora li.

Negli ultimi minuti di bagarre succede di tutto, errori clamorosi sia da una parte che dall’altra, dettati dalla paura in casa Urania e dalla voglia di mettere la testa avanti in casa Arese.  La partita si impatta ancora sul 42 a 42 e alla fine viene decisa a favore Wildcats dalla freddezza in lunetta nelle due ultime occasioni con un 3 su 4 determinante. Il punteggio finale è di 42-45 per Urania che ha avuto dopo tante e clamorose ingenuità, la bravura di difendere bene nelle ultime tre azioni e di convertire i tiri liberi. Complimenti ad Arese che non ha mollato e che ha ripreso una partita che la vedeva sotto pesantemente, con grande coraggio e intensità. 

 

Prossimo turno: martedì 27/03 ore 19.40 in trasferta, Palazzetto Centro Oasi Strada Provinciale 40 a Lacchiarella (MI), contro Here you Can gialla, anticipo della sesta giornata di ritorno.