News

Under 14 Elite: Hikkaduwa-Bluorobica 61-60

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-02-18 10:23:00

 

Campionato Under 14 Elite - 4° giornata di ritorno

Hikkaduwa Urania Milano - Bluorobica Bergamo 61-60 (28-29)

 

Hikkaduwa: Ruoti 3, Pezzola, Darabana 1, Covolo, Biscari, Cutugno 7, Sagher 5, Gorlier 26, Youssef 14, Bertani 5. All. Schiavi

Bluorobica: Leoni 18, Compaore 3, Zonca 8, Rota 2, Milesi 4, Abdumomen 2, Ambrosio, Stucchi 2, Lombardi, Mora 12, Guerci 4. All. Longano - Fratus

 

Arbitri: Emanuele Villa di Lissone e Raul Fiore di Vemrezzo

Parziale dei quarti: 15-18; 13-11; 13-13; 20-18

Statistiche Urania: tiri da due 13/36; Tiri da tre 4/8; Tiri liberi 23/44; Rimbalzi 23 (Gorlier 10), Palle recuperate 25 (Youssef 6, Gorlier 6), Palle perse 28 (Youssef 11), Assist 11 (Darabana 4), Stoppate date 3 (Gorlier 2).

Prossimo turno: sabato 3 marzo ore 15.30 al PalaIseo si gioca contro Robur et Fides

 

Bella impresa del gruppo 2004 nel Campionato 14 Elite contro Bluorobica Bergamo. I giovani Wildcats finalmente cinici, quadrati e determinati giocano una partita brillante e dall'inizio del quarto periodo in poi comandano la gara con una vittoria in volata che vale tanto per il morale e per l'impegno profuso.

All'andata Bergamo aveva passeggiato contro una Urania troppo remessiva. La gara di ritorno è l'occasione perfetta per cercare di giocare alla pari. E così è. I soliti 8 tiri per fare il primo canestro per i padroni di casa mentre Bergamo è più pronta per lo scatto dai blocchi d'avvio (4-10). La tripla di Ruoti dall'angolo è un bel segnale per i Wildcats che trovano risorse e punti importanti anche da Gorlier, Youssef e Sagher (15-18 al 10').

Nei secondi dieci minuti l'equilibro rimane costante. Nel momento di riposo di Leoni (Blu), Urania prova anche a graffiare nella pressione tutto campo e qualche bel recupero apre scenari interessanti in campo aperto. Bergamo comunque è una buona squadra, con più di qualche giocatore che sa davvero cosa fare. Non si segna tanto (13-11 il parziale) ma le giocate di Rota, Zonca e MIlesi sono vincenti per i Blu che alla sirena dell'intervallo sono avanti di una incollatura (28-29).

Dopo la pausa sale di tono l'energia dei Wildcats. Sono tanti i palloni recuperati per Hikkaduwa che trova spunti positivi da tutto il suo quintetto. L'intensità nei contatti sale e le gite in lunetta aumentano a vista d'occhio. Gorlier ne approfitta per fare bottino (alla fine 14/18 ai liberi per il lungo milanese). Leoni e Rota si cercano e si trovano in fase offensiva per Bluorobica e la gara alla terza sirena, oltre che essere bella e avvincente è ancora tutta da giocare (41-42).

Negli ultimi dieci minuti Urania decide di mettere ancora più carica nella propria metà campo difensiva e Bergamo soffre. Una tripla di Sagher (benedetta dagli dei del basket di tabella) e due belle invenzioni di Cutugno sono la prima spallata di Urania che tenta la fuga. Una nuova tripla di Youssef  e altri due liberi di Gorlier firmano il più 7 per i padroni di casa a quattro minuti dalla fine (57-50).

Ovviamente Bluorobica non ci sta a perdere e trova la forza di replicare ai colleghi di Milano con tante belle iniziative e recuperi sulla pressione tutto campo, per il 57-55. Ancora dal tiro libero i punti per il nuovo + 4 di Milano a cui Bergamo replica subito con un canestro da sotto di Zonca (59-57 a 35 secondi dalla fine). Urania non può tenere palla fino alla fine ed una penetrazione di Gorlier fermata con il fallo regala di nuovo il più 4 Urania con Guido glaciale dalla lunetta (2/2). La tripla sulla sirena di Bergamo fissa il punteggio 61-60. Manca troppo poco per poter fare qualsiasi cosa e così Urania può festeggiare finalmente una bella (e meritata) vittoria in volata. #bene #avanticosì