News

Under 16 Eccellenza: Urania Milano-Vanoli Cremona 67-54

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-10-19 22:49:00

 

Campionato Under 16 Eccellenza - 5° giornata di andata

Urania Milano - Vanoli Cremona 67-54 (33-24)

 

Urania: Valsecchi 13, Granato 17, Di Costanzo 2, Gaboli, Lazzarone, Cavallero 16, Cantù 2, Faccini 9, Strozzi 5, Brizzola, Cafeo, Ciccarelli 3. All. Schiavi - Montefusco

Cremona: Martini, Boselli, Zanotti 3, Sgazzi, Scarovanati 14, Vezzoli, Biondi 16, Duchi 2, Marchetti, Silva 3, Ferrari 9, Galli. All. Mangone - Giovanetti

 

Parziale dei quarti: 17-13; 16-11; 16-19; 18-11

 

Torna alla vittoria il gruppo Under 16 Eccellenza nella sfida casalinga contro Vanoli Cremona. Urania non gioca la sua migliora partita stagionale ma con la solita voglia e una buona determinazione porta a casa punti importanti per rimenere al passo delle migliori.

L'inzio è un susseguirsi di errori da ambo le parti. Milano sbaglia a porta vuota almeno tre conclusioni. Cremona prende fiducia e si fa apprezzare per l'ottima attitudine nello stare in campo. Granato (finalmente) apre le segnature ma è un ispirato Valsecchi (con 7 punti a fila) a tracciare la via ai compagni più grandi. Alla prima sirena la partita si lascia guardare (17-13).

Cavallero e Faccini hanno spunti vincenti al via dei secondi dieci minuti. Per Cremona sono Biondi e Ferrari a dare la luce alla manovra ospite con giocate di qualità. Urania recupera qualche pallone nella pressione tutto campo e così guadagna anche tanto nell'inerzia della partita. Intervallo 33-24.

Il rientro in campo dopo la pausa fa migliorare il gioco su entrambi i fronti. Le triple di Cremona sugli aiuti nel pitturato dei padroni di casa sono il più bel segnale ospite. La Vanoli prende fiducia e inizia a crederci. Finalmente incisivo sponda Urania è Nick Granato. Il capitano dei Wildcats regala lezioni di piede perno nel pitturato ospite con qualche 1c1 di buona fattura. La gara per un attimo rimane senza un vero padrone nell'inerzia e così si arriva alla terza sirena 49-43.

Cremona sale di tono ancora e lo sbandamento dei padroni di casa per un attimo fa vacillare tutto quanto con la Vanoli sotto solo di 4 lunghezze in rimonta. Cavallero anticipa bene e vola in contropiede depositando al ferro e la tripla di Faccini (dopo la persa di Cremona) a meno di quattro minuti dalla fine regala tanta inerzia e fiducia a Milano che può respirare.

Il tempo di vedere l'ultima tripla di serata di Cremona che non molla, ma anche qualche altra bella giocata di Cavallero e Granato per il più 13 finale. Sorrisi e applausi per tutti. 

 

Prossimo turno: sabato 27 ottobre ore 17.00 Via Collebeato, si gioca contro Leonessa Brescia