News

Under 14 Bronze: Pavia-Hikkaduwa 58-54

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-03-21 10:25:00

 

Campionato Under 14 FIP Milano Bronze 6 – 3a giornata ritorno

Longobardos Pavia - Hikkaduwa Urania Milano 58–54 (34-31)


 
Longobardos Pavia:
Zaina, Cursano 7, Landini 7, Siviero 14, Paulli, Sanciu , Fontanella 2, Invernizzi 6, Ricotti 12, Sciortino 8, Salerno Uriate, Belcore 2. All. Zagarese. 
Hikkaduwa: Sperindio 16, Gorla, Roth 2, Pirrone 7, Chitti, Romano, Cremascoli, Borsatti 6, Solimeno 13, Ghioni 6, Carlozzo, Villasanta 4. All. Montefusco/Rognoni.

 

Parziale dei quarti: 15-15; 19-16; 13-17; 11-6.


Trasferta pavese per gli Under 13 Urania impegnati nella terza giornata di ritorno del campionato Under 14 fase bronze, contro i Longobardos Pavia. Partita equilibrata fin dalle prime battute con Urania che risponde colpo su colpo all’attacco, molto brillante e concreto di Pavia. I biancorossi si trovano sempre a dovere rincorrere i propri avversari e saranno davvero pochi i momenti in cui i wildcats riusciranno a mettere la testa avanti. Nelle prime due frazioni raramente si riescono a vedere due o più buone difese consecutive, marchio di fabbrica di questa squadra che solitamente, grazie a questi momenti di intensità, riesce a costruire le proprie fortune.  In attacco troppe volte la palla ristagna nelle mani dei giocatori e quando non è ferma, viene utilizzata per attaccare un’area occupata dove non c’è spazio per uno spillo, creando tiri forzati con nessuna probabilità di andare a segno o, ancor peggio, palle perse che regalano facili canestri in contropiede agli avversari. Il primo parziale si chiude sul 15 pari mentre all’intervallo, il tabellone vedrà i padroni di casa avanti di 3 lunghezze sul 34-31.


Nel terzo periodo la partita sembra cambiare per i ragazzi targati Hikkaduwa, che finalmente stringono le maglie in difesa e concedono solo 13 punti ai propri avversari. In attacco la palla comincia a muoversi con più velocità, riuscendo a trovare più facilmente la via per il canestro, capitalizzando sia le situazioni di gioco, che quelle dalla linea del tiro libero con una certa continuità. Il terzo quarto si chiude con i biancorossi che portano a termine la rimonta in vantaggio 47 a 48.


L’ultimo periodo sembra ricominciare con la stessa inerzia del precedente, con Urania che allunga arrivando anche sul più 5. Il vantaggio tuttavia dura poco, esattamente come l’impressione di poter mettere le mani sulla partita. Pavia riesce a trovare punti facili sulle solite distrazioni, che “a volte” ritornano, della difesa Urania. Un blackout fa inceppare l’attacco a quota 52 e dalla situazione di vantaggio, eccoci in un amen a dover di nuovo rincorrere gli avversari che provano ad accelerare definitivamente. Un rimbalzo perso e un taglio preso che concedono 2 facili canestri, danno il più 4 a Pavia, ma Urania risponde con un canestro veloce e riesce anche a recuperare il pallone per ritornare in parità. Ma come sempre, quando una partita arriva alla fine in equilibrio, ecco arrivare anche la solita fretta prima e le solite imprecisioni poi, che non consentono di concretizzare in modo da potersi aggiudicare la vittoria, a volte anche meritata. Finisce 58-54 per i pavesi padroni di casa che si aggiudicano con pieno merito una partita equilibrata fino in fondo. 


Prossimo turno: domenica 25/03 ore 15.00 al Palaiseo, contro Polisportiva Garegnano 1976.