News

Under 18 Elite: Hikkaduwa-Orzinuovi 64-81

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-03-01 22:50:00

 

Campionato Under 18 Elite – 1° giornata di andata (girone Silver)

Hikkaduwa Urania Milano - Pallacanestro Orzinuovi 64-81 (26-33)

 

Urania: Scafora 5,  Frausin 3, Paveri 14, Villantieri, Moscheni, Marnetto 12, Orenze 5, Vurchio, Isufay 2, Giorgetti 12, Sagramoso, Sedazzari 11. All. Maiocchi - Santolamazza

Orzinuovi: Sareni 4, Stolic 24, Borghetti 26, Zanardi 10, Salvinelli, Bertoglio, Millo 4, Pedretti 2 , Raci 11.

All. Saputo

 

Parziali dei quarti: (16-12) (10-21) (21-23) (17-25)

 

 

Dopo aver concluso il girone di qualificazione senza infamia ne lode con un onorevole quarto posto, i ragazzi dell’Under 18 tornano tra le mura amiche del PalaIseo in occasione della prima giornata del “Girone Silver” ed affrontano i pari età della Pallacanestro Orzinuovi con i presupposti di poter confermare l’esito vittorioso delle due sfide già giocate precedentemente in questa stagione.

Dal canto loro i bresciani vogliono dimostrare di essere compagine di valore determinati a difendere il blasone della prima squadra che milita in A2.

 

Sin dalla palla a due i bresciani lasciano intuire come siano scesi sul parquet con la giusta concentrazione giustamente premiata da alcuni canestri di pregevole fattura.

I milanesi sembrano sorpresi da tanta determinazione ed a fatica riescono a restare incollati nel punteggio almeno fino a quando grazie ad una difesa più attenta trovano la via del canestro con più fluidità e continuità, infatti il quarto si chiude a loro vantaggio (16-12).

 

Questo mini vantaggio forse illude i Wildcats che tornano in campo, complici alcune ovvie rotazioni

senza dare continuità all’ultima parte del primo periodo e vengono puntualmente puniti dai bresciani che recuperano facilmente lo svantaggio ribaltandolo a loro favore.

Il suono della sirena all’intervallo lungo sancisce un tabellone che recita Urania 26 Orzinuovi 33.

 

La speranza è che i rossi di casa possano ritrovare le giuste motivazioni e concentrazione durante la pausa lunga ed infatti il terzo periodo inizia con Urania che cerca di recuperare lo svantaggio e produce il massimo sforzo per cercare di rientrare in partita, tuttavia Orzinuovi non molla e resista ribattendo azione dopo azione e canestro dopo canestro.

Questa inerzia purtroppo produce un effetto negativo sui Wildcats i quali anziché giocare di squadra confusamente cercano di opporsi ai bresciani con precarie soluzioni individuali infarcite da molti errori sia tecnici che di “scelte”. Il parziale del terzo periodo è nuovamente negativo (21-23).

 

Restano 10 ultimi minuti per recuperare 9 punti di svantaggio e lo staff tecnico di Urania si prodiga nel ricordare ai ragazzi tutto ciò che “dovrebbero” aver appreso durante il lavoro settimanale in palestra e con la speranza di esser stati ascoltati schierano l’ultimo quintetto che “dovrebbe” presentarsi sul parquet deciso e determinato a rimontare.

 

Purtroppo “mai speranza fu più vana”. La cronaca del quarto infatti ci racconta che le scelte difensive di Milano anziché limitare il gioco di Brescia lo esaltano e le penetrazioni si moltiplicano senza la giusta opposizione, così come l’approssimazione nella fase offensiva non produce l’effetto desiderato.

I Wildcats poco a poco si spengono e consegnano ad Orzinuovi una vittoria generosa nello scarto

(-17) ma assolutamente meritata.

 

Il tabellone scrive LOCALI 64 – OSPITI 81

 


“La voglia di vincere non è nemmeno lontanamente così importante come la voglia di prepararsi a vincere.”

BOBBY KNIGHT