News

Under 18 Eccellenza: Urania Milano - ABA Legnano 63-58

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2020-01-29 16:09:00

 

Campionato Under 18 Eccellenza - 2° giornata di ritorno

Urania Basket Milano - ABA Legnano  63-58 (25-27)

 

Urania Milano: Paveri 7, Manto, Lazzari, Cavallero 11, Molin 3, Roncadin, Casati 12, Giulietti 14, Ferraris 8, Tamani 2, Chiapparini 7, Signorile 2. All. Locati, Vice All. Merani

ABA: Tornatore 2, Zuccoli, Fragonara 8, Cassinerio, Roncari 22, Pisoni, Ballarin 1, Baggi 10, Motta 4, Bassani 9, Ganna 2. All. Rocco, Vice All. Arosio

 

Parziale dei quarti: 14-10 / 11-17 / 16-7 / 22-24
 

Seconda partita del girone di ritorno del campionato Under 18 Eccellenza, ospiti di giornata l'ABA Legnano che nella partita di andata inflisse una durissima lezione ai Wildcats vincendo con uno scarto di ben 23 punti.

La partita inizia contratta da entrambe le parti con Giulietti che sigla il 4 a 0 iniziale per Milano a cui risponde immediatamente Roncari con una penetrazione ed una tripla. Le difese sono chiuse e fisiche e quando non lo sono ci pensano gli attacchi ad andargli incontro con alcune imprecisioni in facili conclusioni da sotto, ma Milano riesce a prevalere grazie ad una maggiore intensità guidata dagli ingressi dalla panchina che non fanno rimpiangere i cosiddetti "primi cinque". I quattro punti di Bassani nel pitturato trovano risposta nel gioco da 3 punti di Casati che permette ad Urania di chiudere il primo quarto avanti col punteggio di 14 a 10.

La seconda frazione si apre nel segno delle imprecisioni, sia difensive che offensive da entrambe le parti. Legnano mette a segno il primo mini-parziale grazie ad una serie di 8 tiri liberi consecutivi a cui Milano riesce, con un po' di fatica, a stare dietro grazie alle incursioni di Paveri e ai tiri liberi di Ferraris (alla fine 8/8 per lui). La penetrazione di Roncari segna il massimo vantaggio legnanese della partita (22-25), ma la tripla di Giulietti riporta il punteggio in parità, prima che di nuovo Roncari chiuda definitivamente il quarto sul 27 a 25 Legnano.

Si rientra in campo dopo la pausa lunga e dopo i primi minuti punto a punto, Urania mette la freccia e si lascia alle spalle ABA grazie ad un gioco molto fluido, ma soprattutto grazie ad una rocciosissima difesa che consente solamente 7 punti nel quarto. A nulla serve la zona legnanese, utilizzata solo per una manciata di minuti, perchè Casati arma la mano e spara due bombe consecutive che spezzano le gambe alla formazione ospite, con il tap-in sulla sirena di Tamani che segna il +7 per i padroni di casa alla fine del terzo quarto.

Quarto periodo che riprende sulla falsa riga del terzo, Legnano ci prova in ogni modo, ma Chiapparini e Paveri sono due macchine da guerra (c'è spazio anche per una bellissima azione di squadra chiusa con assist dietro la schiena dello stesso Paveri proprio per Chiapparini), supportati dalla terza tripla di Casati. Milano vola sul +14 (58-44) quando decide che a 3 minuti dalla fine la partita sia finita. Gravissimo errore. Roncari la prende sul personale, si carica la squadra sulle spalle e infila ben 13 punti con anche le due triple che rischiano di riaprire definitivamente i giochi. Sui tiri liberi finali però non tremano le mani di Cavallero e Chiapparini e la partita si chiude sul 63 a 58 per Urania che vince con merito una partita difficilissima contro una Legnano mai doma.

 

Prossimo turno: lunedì 3 Febbraio, ore 21.00 nella Secondaria del Lido contro Crocetta Torino.