News

Urania senza fortuna nella seconda all’Allianz Cloud, Udine vince 68-71

Pubblicata in Serie A2 il 2019-10-19 22:29:00

Resta stregata l’Allianz Cloud per l’Urania, Udine passa dopo un finale rocambolesco. Milano scappa via nella parte centrale del secondo quarto, 30-18, Udine rientra trascinata da Beverly e Cortese ed è gara punto a punto. Gli ospiti sbagliano qualche libero di troppo ma trovano le giocate di esperienza nei momenti chiave con TJ Cromer, non bastano ai Wildcats i 24 di Raivio.

LA GARA

Udine cerca subito di innescare la potenza di Beverly in area colorata, si gioca ad alta velocità con tanti errori da entrambe le parti, 2-4. E’ sempre Raivio il termine principe in casa Wildcats, è sfida all’ultimo canestro con Beverly, 2+1 dell’ex Bayreuth per il sorpasso, 8-6. Si sblocca anche Lynch, Montano porta verve e triple, Urania al comando alla prima sirena, 17-14. Urania che estende sino a 8 il margine di vantaggio con un altro canestro dalla distanza di un Montano ispirato che costringe all’immediato timeout coach Ramagli, 25-17. Un balletto da Bolshoi di Lynch produce anche il primo allungo in doppia cifra di Milano, reazione bianconera con Cortese protagonista, 32-26. Continua la rimonta bianconera con un’incontenibile Beverly, la tripla dall’angolo di Montano è l’unico acuto milanese nel parziale che riporta gli ospiti a meno 1, 35-34. Il sorpasso udinese arriva subito dopo la pausa lunga, reazione rabbiosa dei Wildcats a segno con due lay-up di Benevelli e Sabatini, 39-36. Lynch da spettacolo con due giocate su entrambi i lati del campo: super stoppata su Cortese da una parte e schiacciata poderosa dall’altra per il nuovo più 5, 45-40. Terza penalità per il centro statunitense che cambia il canovaccio della sfida, le mani veloci di Penna creano più di una difficoltà ai piccoli milanesi, 47-49 con il canestro dall’angolo di Fabi. Alza l’intensità difensiva la OWW che piazza un parziale di 11-4 interrotto solo da un blitz di Raivio, 49-51. Una fiammata del tandem Benevelli Raivio apre il quarto decisivo per la nuova parità a quota 55. Botta e risposta Montano-Cromer, Udine rimette il naso avanti con un libero di Beverly, 58-59. E’ vera battaglia nel finale, Benevelli e Sabatino fanno ruggire l’Allianz Cloud, Antonutti e Cortese tengono gli ospiti ad un passo dalla vittoria, 66-67. E’ il momento decisivo, Cromer pesca lo sfondamento di Montano che rende vana la bomba di Sabatini, questa volta Udine non spreca dalla lunetta, 68-71.

URANIA MILANO: Raivio 24, Montano 12, Lynch 11

OLD WILD EST UDINE: Beverly 21, Cromer 20, Cortese 12