News

Regge il fortino Urania, sbancata Alba e si vola al secondo turno, 55-61

Pubblicata in Serie B il 2019-05-01 20:19:00

LA GARA

Partenza concentrata e tonica della Super Flavor che mette la museruola agli esterni avversari, 0-5 firmato da Scanzi. Ottimo anche l’impatto di Perez che con la sua verve tiene alto il ritmo, si allunga il margine milanese con Piunti a referto, 3-14. Vantaggio in doppia cifra ricucito dai padroni di casa in chiusura di primo quarto, Milano spreca qualche pallone di troppo, Dell’Agnello tiene ad un solo possesso la sfida, 11-14 timbrato da Polloni. Non molla la presa la difesa extra lusso dell’Urania, Santolamazza dirige e colpisce, Eliantonio riporta a 10 gli ospiti, 18-28. Non smette di creare difficoltà ai piemontesi un elettrico Perez, i milanesi conservano un buon margine all’intervallo nonostante i lampi di Danna, 24-34. Prova a correre la Witt dopo la pausa lunga, partenza lenta dei Wildcats che concedono due penetrazioni facili agli avversari, 28-34. Un pick’n roll di grande qualità tra Simoncelli e Piunti sblocca Milano, ancora l’ex Omegna ricaccia indietro gli albesi, 30-39. Si innervosisce la gara, tecnico al centro marchigiano e poi a capitan Paleari, Alba capitalizza e prende inerzia, 35-39. Nel momento di massima difficoltà la forza e l’esperienza di Scanzi, 2+1 di pura sostanza del Rambo dei Wildcats, 37-43. Gara ormai però in totale equilibrio, il Pala958 spinge i suoi beniamini al sorpasso, Danna per il meno 2, 42-44. Pareggio inevitabile che arriva in apertura di quarto periodo con Coltro, per la Super Flavor proseguono le difficoltà offensive costringendo ad un nuovo timeout coach Davide Villa. Ancora Scanzi ed un guizzo da rimbalzo d’attacco di Negri ridanno ossigeno agli ospiti, 46-51. Sfida di piccoli strappi, Danna impatta, lo stesso capitano albese sbaglia la bomba del sorpasso, Perez lascia quattro punti all’Urania con 4 minuti sul cronometro, 51-55. Fase caotica della partita, molta frenesia della Witt, Milano rallenta ma pesca liberi importanti, 53-57. Negri dall’angolo fallisce la potenziale tripla del KO, è sempre meno 2 a 60 secondi dalla fine, 55-57. Un prezioso rimbalzo d’attacco di Piunti produce i liberi che di fatto decidono la sfida, a vuoto gli assalti finali dei biancorossi, Urania incassa vittoria e qualificazione.