News

Under 16 Eccellenza: Pall. Varese-Urania Milano 81-79

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-11-29 14:39:00

 

Campionato Under 16 Eccellenza - 3° giornata di ritorno (2° fase)

Pallacanestro Varese - Urania Milano 81-79 (36-37)

 

Varese: Battistini 11, Bongiovanni 12, Calcaterra 2, Croci 4, Magnani 2, Messina, Modesti, Ranzenigo 17, Tapparo, Veronesi 3, Virginio 30. All. Josic - Mancuso

Urania: Valsecchi (0/1 da tre), Granato 18 (8/15, 2/3 ai liberi), Di Costanzo 2 (1/1), Cavallero 7 (3/7, 1/2, 0/3), Cantù (0/1, 0/1), Faccini 8 (1/1, 1/1, 3/4), Strozzi 9 (2/5, 5/6 ai liberi), Brizzola 9 (3/4, 1/4 da tre), Ciccarelli 12 (2/6, 2/2, 2/4), Bettoschi, Romeo (0/1 da due), Nardella 14 (6/14, 2/3 ai liberi). All. Schiavi - Rognoni

 

Parziale dei quarti: 15-19; 21-18; 20-13; 25-29

 

Sarà un ferita difficile da rimarginare la sconfitta subita in volata (con una tripla da 9 metri) al Palazzetto di Masnago contro la Pallacanestro Varese nello spareggio per il quarto posto del girone B a livello Under 16 Eccellenza.

La gara è intensa e ben giocata da entrambe le formazioni fin dall'avvio. La posta in palio è alta e la concentrazione pure. Urania parte un po' meglio dei padroni di casa e dopo le positive giocate in fase offensiva, anche la pressione a tutto campo regali recuperi importanti ai Wildcats che alla prima sirena prendono fiducia. Per Varese Virginio mette a segno 12 dei 15 punti della propria squadra e la soluzione al problema marcatura sembra complicata trovarla. Al primo gong 15-19.

Nei secondi dieci minuti c'è ancora più equilibrio e più intensità. Milano prova a regalare meno spazio a Virginio ma altri giocatori a turno (sponda Varese) si fanno apprezzare per spunti vincenti. Dall'altra parte Ciccarelli, Brizzola e un energico Nardella mantengono alto il profilo offensivo di Milano che alla pausa è ancora avanti anche se di poco (36-37).

L'intervallo da più stimoli a Varese che rientra dagli spogliatoio con il piglio giusto. Virginio si erge ancora protagonista con altri 11 punti nel terzo periodo. Milano barcolla per qualche azione, non riuscendo in attacco a produrre più come prima. I soli 13 punti realizzati dal gruppo Wildcats nella terza decina fanno arrivare Varese avanti di sei alla fine del terzo periodo (56-50).

Gli ultimi dieci minuti sono un vero spot per un bel basket giovanile (parziale 25-29). Nessuno molla di un centimetro e ad ogni bella giocata di una squadra ne segue una ancora migliore dell'altra squadra. Si arriva così in volata con Ciccarelli e Faccini che piazzano zampante vincenti molto importanti arrivando a 9 secondi dalla fine sopra di tre (76-79). Varese con una rimessa nella propria metà campo guadagna subito un canestro da due dall'angolo per il meno 1 a tre secondi dalla fine. Un passaggio maldestro intercettato da Varese a metà campo permette a Virginio di avere il match-ball dai famosi 9 metri sulla sirena. La palla si insacca nella retina con il boato della vittoria dei padroni di casa e lo sconcerto in casa Urania per non essere riusciti a firmare un'impresa che sembrava alla portata.

Con la sconfitta a Varese purtroppo le speranze per Urania di passare come quarti classificati nel girone B possono passare solo dalle vittorie nelle altre quattro sfide mancanti (Bernareggio, Cremona, Bresca e ABA), sperando in sconfitte di Varese nelle sue gare. Anche perdere con palla in mano a due secondi dalla fine sembrava difficile invece è successo.