News

Under 15 Eccellenza: Vanoli Cremona-Urania Milano 68-67

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2019-02-09 14:48:00

 

Campionato Under 15 Eccellenza - recupero 13° giornata di andata

Vanoli Cremona - Urania Basket Milano 68-67 (41-33)

 

Vanoli: Assensi, Finetti 2, Magarini 11, Pessina 2, Ragazzini 1, Risari 12, Russo A. 17, Russo F. 8, Secci 10 Toma, Zampollo 5. Allenatore: P. Coccoli, Vice All. M. Becchi.

Urania: Gorlier 9, Manzoli, Marisi 2, Peressoni 5, Rabacchin 2, Sagher 6, Sangiorgio, Taiana, Valsecchi 26, Villa 6, Youssef 11. All. Montefusco Vice All. Cinquanta

 

Parziale dei quarti: 19-15; 22-18; 11-21; 16-13

 

Brusco risveglio infrasettimanale per i giovani Wildcats nel recupero dell'ultimo turno di andata del campionato Under 15 Eccellenza in casa della Vanoli Cremona. Dopo la splendida vittoria di domenica a Varese, il gruppo 2004 di Urania incappa in un pesante tonfo al termine di una gara difficile da commentare.

 

Indicazioni che la partita sarebbe stata complicata arrivano al primo possesso con una palla persa senza diritto di cittadinanza a questi livelli e un contropiede "da allenamento" dei padroni di casa con gli ospiti che osservano camminando l'azione avversaria. Urania prova tutti e 12 gli effettivi in cerca di energie, senza però trovare nè equilibrio nè l'aggressività necessaria per pareggiare l'atteggiamento dei padroni di casa. Il bruciante avvio di Cremona sembra esaurire la sua foga a metà del primo parziale di gioco che Urania riesce a chiudere sotto di un solo punto ma subendo ben 19 punti, in decisa controtendenza rispetto alla certificata solidità difensiva dimostrata nelle precedenti 15 partite (19-18). 

La prima mini pausa non porta gli effetti sperati, anzi. Vanoli, continuando con la sua pallacanestro a ritmi forsennati, porta il vantaggio in doppia cifra con Urania in confusione totale che non riesce a scrollarsi di dosso il torpore di inizio partita. Solo un canestro trovato sulla sirena permette agli ospiti di andare all'intervallo con solo 8 punti di scarto, onestamente un affare dato quello che ha evidenziato il campo (41 - 33).

Dagli spogliatoi esce un Urania diversa, consapevole di dover rimontare un punto alla volta giocando la propria pallacanestro: equilibrio in attacco e difesa aggressiva. Il risultato del ritrovato atteggiamento è un quarto da 21-11 per i Wildcats che non solo ricuciono la strappo ma si portano in vantaggio di 4 punti con due possessi consecutivi per andare +6 che, a causa di scelte discutibili, si trasforma nel -2 dei padroni di casa sulla terza sirena. (52 - 54)

L'ultimo quarto è una girandola di emozioni con la partita che non trova un padrone fino all'amara sirena finale. Le due squadre rispondono colpo su colpo fino a quando con il punteggio che vede in vantaggio Cremona di 1 punto a circa un minuto dalla fine, Urania perde una palla sanguinosa per poi subire un tiro da 3 segnato da Vanoli (65 - 61). 

Il -4 a quel punto sembra una sentenza ma Valsecchi riduce immediatamente lo strappo (65 - 63) a 40 secondi dalla fine. Altra ingenuità difensiva Wildacts (canestro e fallo) e Vanoli scappa +5.  Valsecchi ripaga con la stessa moneta (canestro e libero aggiuntivo segnato) riportando Urania ad un possesso da Cremona (68-66).  

Sul time out Vanoli e rimessa a metà campo dei padroni di casa i Wildcats sfoderano una grande difesa che produce una palla recuperata. Sul possesso offensivo, Valsecchi si guadagna l'ennesimo giro in lunetta per impattare. Segna il primo e sbaglia il secondo con la seguente lotta a rimbalzo che concede ad Urania una rimessa dal fondo a poco più di 1" dalla sirena finale. Ancora Valsecchi si costruisce un buon tiro dal mezzo angolo che però non va a bersaglio sancendo la meritata vittoria per Vanoli Cremona.

A conti fatti, regalare un tempo agli avversari non si è dimostrato un grande affare per Urania che deve trarre insegnamento dalla meritata sconfitta del Pala Radi.

 

Prossimo turno: domenica 10 febbraio alle ore 11.30 al Palalido si gioca con Aurora Desio