News

Un Concitato Finale Nega la Prima Gioia

Pubblicata in Serie B il 2018-05-14 20:51:00

Super Flavor sfiora l’impresa in gara #1, rimontando dal -17 fino al +10, ma esce sconfitta e soprattutto infuriata dal campo di Piacenza, dove una decisione arbitrale a 1’20” dal termine, regala a Piacenza la possibilità di rientrare in partita dal -6.

L’assurda interpretazione dell’arbitro, che ha voluto a tutti i costi, mettere la firma su un match “avvincente e spettacolare”, è parsa davvero incomprensibile, ma è risultata purtroppo determinante, per la sconfitta milanese.

Finisce così 71-68, il primo round della sfida al meglio dei cinque incontri.

Inizio da incubo per Urania, nella bolgia infernale del tutto esaurito Pala Franzanti. Alla palla a due, la Bakery aggredisce i Wikdcats, che subiscono il ritmo dei padroni di casa, infliggendo alla formazione di Coach Villa un parziale di 15-0. E’ Paleari al 4’52” a mettere i primi punti milanesi, con un giro in lunetta, dopo avere realizzato e subito fallo (15-3). Bruno e Pederzini con cinque consecutivi, danno a Piacenza il massimo vantaggio dell’incontro con il +17 al 7’21”.

Incassato il nuovo colpo, Urania si mette finalmente nel match, restituendo un mini break di 2-8, con la firma di Ferrarese (tripla e tre liberi) in uscita dalla panca, che entra prepotentemente nella trama del match.

Sulla sirena dei primi 10’ rimangono in doppia cifra i punti di scarto (22-11).

Il secondo quarto è sfida aperta, con le formazioni che offrono uno spettacolo degno della cornice di pubblico (quasi 100 tifosi milanesi al seguito).

Milano entra definitivamente nel match, con Laudoni (2) ed Eliantonio (5) a riportarla sotto la doppia cifra al 16’. Il successivo parziale di 4-11, azzera quasi tutto il vantaggio casalingo, facendo tornare le formazioni negli spogliatoi con sole due lunghezze di distanza (33-31).

Riaperto il match, al rientro dagli spogliatoi, Urania sfata il tabù del terzo periodo per parziali subiti, che l’ha costretta durante l’anno, a faticose rincorse. Paleari e compagni restano aggrappati al match, fino al 25’, quando Ferrarese veste i panni dell’attore più che del regista, infilando due triple consecutive, che danno il primo vantaggio di Urania dalla palla a due. L’inerzia è tutta milanese, con Sergio (tripla) e Paleari dall’area, ad essere contagiati dall’ispirazione del numero nove in maglia nera.

Milano con la freccia accesa sulla corsia di sorpasso, chiude in vantaggio il terzo periodo (51-54).

All’ingresso degli ultimi dieci, Super Flavor prova la fuga, con la tripla di Eliantonio e la penetrazione di Ferrarese, che danno il primo vantaggio in doppia cifra ai Wildcats. Piacenza si affida a Perego, che senza subire la pressione, infila otto consecutivi, riportando la Bakery a -6 (59-65).

Dopo il gioco da tre punti di Bruno, che porta i biancorossi ad un solo possesso, è Santolamazza a diventare il protagonista del match. A 1’37” dal termine, piazza la tripla del +6 e sul successivo errore da tre di Perego, conquista il rimbalzo che avrebbe probabilmente consentito la chiusura del match (1’20” al termine).

Però, il contatto provocato da Maggio, che si getta sul playmaker milanese, viene giudicato flopping, ad opera di Santolamazza, sancito con un fallo tecnico, che assegna un tiro libero e successivo possesso a Piacenza. La trasformazione a cronometro fermo e la successiva tripla di Bruno, scuotono Milano, che sentendosi defraudata da una decisone arbitrale senza alcun significato, affretta le conclusioni successive, innescando il contropiede dei padroni di casa, che chiudono il match a loro favore.

C’è tempo però per un ultimo giallo, quando Ferrarese, ricevuta la rimessa in zona di attacco, negli otto secondi a disposizione, subisce un evidente spinta, senza che però venga fischiata alcuna sanzione.

Sarà ora compito dello staff tecnico, ricaricare le batterie fisiche, ma soprattutto psichiche, perché tra 24 ore, sarà già ora di gara#2.

 

Guido Papetta

Ufficio Stampa Super Flavor Urania Milano

 

Bakery Piacenza      71

Super Flavor Milano 68

(22-11, 11-20, 18-23, 20-14)

Bakery Piacenza: Maggio 6 (1/1, 1/5), Bruno 18 (5/7, 2/5), Pederzini 18 (4/8, 1/2), Birindelli 4 (1/6, 0/0), Perego 17 (8/15, 0/1), Guaccio 5 (1/2, 1/3), Liberati 3 (0/1, 1/5), Stanic 0 (0/5, 0/2), Bracchi 0 (0/0, 0/0), Galli 0 (0/0, 0/0), Libè 0 (0/0, 0/0), Guerra 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 17 - Rimbalzi: 34 9 + 25 (Birindelli 11) - Assist: 23 (Bruno, Birindelli 5)

Super Flavor Milano: Santolamazza 8 (2/3, 1/6), Scroccaro 0 (0/0, 0/1), Negri 4 (1/3, 0/2), Eliantonio 8 (1/6, 2/4), Paleari 17 (7/8, 0/0), Ferrarese 20 (3/3, 3/8), Laudoni 6 (3/5, 0/3), Sergio 5 (1/2, 1/1), Sedazzari 0 (0/0, 0/0), Orenze 0 (0/0, 0/0), Rashed 0 (0/0, 0/0), Albique 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 13 - Rimbalzi: 30 1 + 29 (Paleari 8) - Assist: 18 (Ferrarese, Santolamazza, Sergio 4)