News

Under 15 Eccellenza: Urania Milano - ABA Legnano 58-52

Pubblicata in Settore Giovanile - Minibasket il 2018-12-10 13:38:00

 

Campionato Under 15 Eccellenza - 10° giornata di andata 

Urania Basket Milano - ABA Legnano 58-52 (25-22)

 

Urania: Rabacchin 12, Valsecchi 18, Bertani 2, Sagher 2, Biscari 2, Tajana, Gorlier 8, Pezzola, Manzoli, Villa 4, Youssef 9, Ruoti. All. Cinquanta

ABA Legnano: Armorelli 2, Armiraglio 5, Bigonzi 5, Codato 8, De Carli, Dell'Acqua 12, Di Tonno 2, Jonuzzi 7, Mestroni,  Merighi, Merlini, Zambello 11. All. Arosio 

 

Parziale dei quarti: 15-5, 10-17, 14-15, 19-15

 

Vittoria sofferta per Urania contro una mai doma ABA Legnano nella gara valida per il 10 turno del campionato U15 Eccellenza.

Partenza sprint per i padroni di casa che chiudono le maglie in difesa e trovano buone soluzioni al ferro in attacco. Il primo parziale si chiude con Urania avanti 15-5 in apparente controllo controllo.

Nel secondo parziale, ABA mostra le sue carte riportandosi in partita, complici i soliti passaggi a vuoto di Uruania. Un jolly pescato da Valsecchi sulla sirena permette comunque ai padroni di casa di andare alla pausa lunga avanti di tre lunghezze (25-22)..

Il match riprende in grande equilibrio con i padroni di casa che provano un altro allungo ma vengono prima ripresi e poi superati da Legnano che sembra avere in mano le redinoi dell'incontro. Sul finire del quarto, Urania riesce a riportarsi nuovamente in vantaggio di due lunghezze ritrovando quel pizzico di lucidità totalmente smarrita nel corso dei 10 minuti.

Le due squadre danno luogo ad un ultimo quarto avvincente in cui la partita sembra non avere un padrone. Dopo 5 minuti di sostanziale equilibrio, un piazzato di Biscari, un canestro di Gorlier di buona fattura e un contropiede realizzato da Valsecchi, producono un 6-0 di parziale che fa pendere la bilancia del match dalla parte di Urania. Coach Aorsio scuote i suoi in un provvidenziale time out e in pochi possessi ABA torna a contatto. Urania questa volta ne ha di più, Sagher (11 rimbalzi e 3 assist e 3 palle recuperate per lui) e Rabacchin hanno ancora l'energia per tenere alta la pressione in difesa e Youssef si scrolla di dosso qualche fantasma con due triple che sanciscono una vittoria al termine di una vera e propria battaglia.